Clamoroso: Messi rischia il carcere. La Spagna lo accusa di una pesante frode fiscale!

0

Una notizia scuote la Spagna e l’universo Barcellona, già debilitato dagli ultimi risultati non propriamente entusiasmanti. Ma qui non si parla di una calcio, ma di una questione ben più seria che potrebbe colpire il giocatore più forte al mondo al momento. Non Cristiano Ronaldo, ma Lionel Messi. Dopo l’infortunio che lo terrà lontano dai campi fino a novembre, arrivano i guai giudiziari e una richiesta choc da parte del Giudice spagnolo di Gavà: 22 mesi e mezzo di carcere. Inizialmente la procura aveva richiesto 18 mesi soltanto per il padre Jorge Horacio Messi, poi l’attenzione, però, è passata anche sul figlio Lionel. L’accusa è di frode fiscale che l’argentino e il padre avrebbero commesso tra il 2007 e il 2009 per un totale di 4.1 milioni di euro. Messi, chiaramente, non può considerarsi un conoscitore della materia, ma ciò, secondo l’Avvocatura dello Stato, non basta a scagionare il giocatore, che deve essere comunque a conoscenza del fatto che gran parte dei redditi derivanti dallo sfruttamento dei suoi diritti  d’immagine transitino da società con sede in paradisi fiscali come l’Uruguay o il Belize. Nell’ordinanza, il giudice afferma che ci sono “fondati indizi criminosi” contro i due imputati, pur evidenziando la “collaborazione” fornita da Messi e da suo padre. Decisamente una brutta gatta da pelare per il fuoriclasse argentino. Come se non bastasse l’infortunio. Dal dribbling sul campo a quello della vita il passo è breve.