ESCLUSIVA-Claudia Conte:”Mi piacerebbe essere diretta da Paolo Virzì “

0
Claudia Conte
ph Michele Simolo

In esclusiva per Dailynews24 l’attrice Claudia Conte.

Ci racconti chi è Claudia Conte
Una persona semplice che, apprezza le piccole cose, che crede nei valori, che non si arrende anche se tante cose in questa società le vorrebbe diverse. Sento la responsabilità di denunciare ciò che non va, di uscire dalla sfera individuale egoistica e sentirmi parte di una dimensione più grande, alta e sacra… vorrei apportare il mio piccolo e umile contributo per migliorare la società.

Quand’è che hai capito che avresti voluto intraprendere la carriera di attrice?
Non c’è stato un giorno in particolare. In generale mi sento felice quando sono in scena, quando vivo le emozioni di altri, che sono anche le mie. Recitare è il gioco più serio che esista, bisogna rispettare le regole ma giocare con audacia, abbandonare le paure ed essere davvero se stessi.

Quali sono gli aspetti che preferisci dell’essere un’attrice?
Il rapporto col pubblico che amo e che mi aiuta a crescere e a migliorare. Le persone con le loro storie e emozioni sono la mia primaria fonte d’ispirazione.

Con quale regista ti piacerebbe collaborare? E perché?
Mi piacerebbe essere diretta da Paolo Virzì.  Amo la sua sensibilità, leggerezza e profondità. Condivido e sento mia la sua libertà artistica, penso che potrebbe far uscire fuori e curare molte delle mie paure. Ho apprezzato molto “La pazza gioia” e “Il capitale umano” perché racconta le fragilità e le contraddizioni umane e sociali. Speriamo che legga questa intervista.

Hai scritto anche dei libri. L’ultimo “Il vino e le rose” per Armando Curcio Editore
Il libro è un saggio travestito da romanzo. Dalle storie e dai dialoghi delle tre protagoniste prendo spunto per trattare problematiche sociali attuali. Quell’eterna sfida tra il bene e il male che ci troviamo a vivere.

Quali sono le tue passioni?
Amo fare passeggiate sulla spiaggia al tramonto, quando l’unico rumore è quello delle onde che rispecchia i miei pensieri. Amo cucinare e prendermi cura della persona che amo.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Vivere in una società meritocratica, in cui il figlio dell’operaio ha le stesse opportunità del figlio del boss o del politico di turno. Un mondo senza corruzione e senza mafia, in cui ognuno dia il meglio di se’ e porti a compimento la vocazione per cui è nato.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Gli spettacoli a teatro, le presentazioni del mio libro e a settembre un viaggio in Argentina per un format tv.

Gallery Claudia Conte