Claudio Corti sostituirà Stefan Brad nel GP di Germania

0

Stefan Bradl non sarà presente al suo GP di casa, quello del Sachsenring, dopo l’intervento subito allo scafoide destro dopo la frattura procurata nel GP di Assen. Sulla sua Yamaha Open del Team Athinà Forward Racing tornerà Claudio Corti, rassicurato molto nel ritrovare Sergio Verbena, suo uomo di fiducia già nel 2010, ma resta comunque preoccupato per l’incognita che possono presentare le gomme. “Sono eccitato e spaventato. Tornare a lavorare con una squadra che conosco mi dà molta sicurezza anche perché guiderò una moto completamente nuova per me e avere un buon feeling col team sarà importante. Ciò che mi preoccupa sono le gomme: non ho idea di quale tenuta avranno e di come mi troverò in pista. Parto senza aspettative perché so che il livello è molto più alto rispetto al 2013. Il primo obiettivo sarà quello di finire la gara, poi è chiaro, cercherò di farlo nel migliore dei modi e m’impegnerò ad ottenere un buon risultato”.

Dopo due anni di assenza nel mondo del Motomondiale, nel 2014 Corti era passato alla Superbike con Yakhnich Motorsport ma per il 2015 non era riuscito a trovare nessuna sella disponibile. Giovanni Cuzari ha pensato di richiamarlo nel suo box per sostituire il povero infortunato Stefan. “Tornare in pista dopo otto mesi senza fare una gara sarà una bella sfida e ringrazio Cuzari e il team Athinà Forward Racing per avermi offerto questa opportunità.” Un po’ come per Mattia Pasini, si spera che questo breve rientro possa essere un jolly per un altro grande pilota che è rimasto senza sella ormai da troppi anni. Dopo il GP di Germania ci sarà una breve pausa prima di tornare in pista a Indy dove si spera che Bradl sia nuovamente fit to race con il radio perfettamente guarito per tornare a giocarsi il titolo di migliore delle Open.