“Il Colore Nascosto Delle Cose”: oltre l’apparenza delle cose materiali con Valeria Golino e Adriano Giannini

0

“Il Colore Nascosto Delle Cose” esce nelle sale il prossimo 8 settembre e promette di essere uno dei film più apprezzati della prima parte della stagione cinematografica. Con Valeria Golino e Adriano Giannini si mette in scena la tenerezza, la voglia di scoprire e di non arrendersi dinnanzi alle battute d’arresto della vita. il colore nascosto delle cose

Il film, diretto da Silvio Soldini, racconta l’incontro tra Teo ed Emma. Il primo è un pubblicitario che scappa dalle relazioni e dagli impegni mentre la seconda, è un’osteopata cieca autonoma. Le due anime s’incontrano e le loro vite, per un pò, sono destinate a legarsi tuttavia l’idillio non durerà molto. La pellicola presente all’interno della rassegna Fuori Concorso (Fiction) del Festival di Venezia 2017, è in grado di coinvolgere in modo naturale chi si pone davanti allo schermo poichè le paure, le sofferenze, le problematiche affrontate sono quelle che gli adulti di oggi combattono quotidianamente.

il colore nascosto delle cose

Interessante è un altro aspetto del film, ovvero l’andare oltre le apparenze e le difficoltà motorie-psicologiche di chi improvvisamente perde la vista. Nel primo caso, si racconta come molto spesso l’uomo si faccia cura dei pregiudizi e del chiacchiericcio da bar. Conoscere e non farsi fermare dalle prime impressioni può regalare delle sorprese inaspettate. Nel secondo caso, poi, attraverso il rapporto di Emma con la giovane Nadia (Laura Adriani) si percepiscono le ansie e il percorso da compiere per rendersi autonomi in modo da affrontare la propria esistenza senza barriere e senza ostacoli.

https://www.youtube.com/watch?v=2oDCkUjGin8