“Come ti divento bella!”: quando ciò che pensiamo di noi influenza la nostra vita

0
In foto l'attrice Amy Schumer, protagonista del film "Come ti divento bella!". (Fonte immagine: commons.wikimedia.org)

Come ti divento bella!“, il nuovo film di Abby Khon e Marc Silverstein, è una commedia esilarante che mette in scena i pregiudizi estetici dominanti nelle società odierne.

Trama

Protagonista è la trentenne Renee Bennett (Amy Schumer) che, relegata nel sottoscala della sua casa a Chinatown (NY), si occupa del sito web di un’azienda di cosmetici. Il suo vero sogno, però, è quello di iniziare a lavorare nel grattacielo a Manhattan della stessa azienda. Sogno che le appare impossibile dal momento che è fisicamente inadatta a competere con le sue colleghe, modelle alte, bionde e magrissime.

Tuttavia, un “incidente” in palestra dal valore quasi provvidenziale permette a Renee di cambiare la sua vita. Allo specchio, infatti, l’imbranata protagonista inizia a vedersi in forma, come le classiche modelle da copertina; ma non è questo l’aspetto più interessante del film. Infatti, se dopo l’incidente Renee vede se stessa in modo diverso, sentendosi più sicura ed attraente, gli altri continuano a vederla com’era prima.

Come ti divento bella!“, dunque, è una commedia capace di offrire una riflessione importantissima. Iniziando ad apprezzare se stessa per un caso puro ed inconsueto, Renee riuscirà a far cambiare anche il parere di coloro che la circondano? Ecco perché la pellicola è geniale: perché riesce a fornire uno spaccato sociale più che verosimile attraverso l’incredibile ed inconsueta storia di Renee.

Dunque, “Come ti divento bella!“, trasmesso nelle sale cinematografiche italiane dal prossimo 22 agosto, è un film ricco di aspettative. Come reagiremo a vedere, grazie a Renee, cosa può succedere nella nostra vita quando a cambiare è “solo” la considerazione che abbiamo di noi stessi?