Conte alla Juventus, per ora appare difficile

0
Antonio Conte
Antonio Conte neo allenatore dell'inter. Fonte WIkimedia Commons

La vittoria contro il Bologna riaccende le ambizioni della Juventus, che ora potrebbe ritrovarsi nuovamente ad allontanare lo spettro di Conte

Antonio Conte è infastidito, così come sembrerebbe esserlo l’intera opinione pubblica bianconera. Motivi differenti, ma entrambi legati alla Juventus attuale. L’allenatore del Tottenham ha un contratto in scadenza con i londinesi alla fine della stagione e non sembra esserci ancora un procinto di rinnovo.

Tanto basta per scatenare le voci, con i bianconeri però che sembrano decisi a continuare con Massimiliano Allegri. L’allenatore livornese, come detto, sembra però infastidire l’opinione pubblica del popolo bianconero che nel pre-partita della partita di ieri sera lo ha fischiato.

Come andrà a finire?

Per ora non sembra esserci possibilità di addio da parte di Massimiliano Allegri, ma l’addio potrebbe arrivare anche a fine stagione. Le possibilità di un esonero si abbassano con il passare del tempo, anche per via di un contratto fin troppo oneroso per la Juventus da gestire.

Un addio adesso avrebbe più sangue di una bistecca: molti la gradiscono, ma altrettanti conoscono quanto sia difficile farla. Massimiliano Allegri è destinato a rimanere almeno fino all’estate. Intanto Momblano ha parlato della situazione: “Non credo che il Milan possa fungere da modello della Juve. Allegri vuole la sua rivincita, e fin quando Agnelli ed Elkann terranno le redini, si partirà sempre per vincere. Nel caso in cui la posizione di Allegri continuasse ad essere instabile, c’è la fila fuori dalla Continassa per subentrargli. Conte potrebbe far parte di questo gruppo, ma dopo Allegri non immagino un allenatore da 10 milioni a stagione. Conte resta uno dei papabili, fin quando non arriveranno notizie sul rinnovo del contratto con il Tottenham. Tuttavia, escludo che la Juventus possa presentargli un progetto al livello dei top club europei per quanto riguarda gli investimenti.”