Conte annuncia una partita non difensiva: “Non ci accontentiamo del pari”

0
Antonio Conte
Antonio Conte neo allenatore dell'inter. Fonte WIkimedia Commons

Ha parlato oggi pomeriggio Antonio Conte alla vigilia del match di Champions League di domani sera tra Borussia Dortmund e Inter nella consueta conferenza stampa prepartita. L’Inter dovrà cercare di strappare almeno un pareggio contro i gialloneri per poter poi assicurarsi la qualificazione agli ottavi ottenendo gli stessi punti dei tedeschi nelle ultime due partite. Conte dovrà fare a meno di Asamoah, D’Ambrosio e, notizia dell’ultima ora, di Gagliardini, che ha avuto un risentimento muscolare ed è rimasto fuori dalla lista dei convocati.

L’IMPORTANZA DELLA PARTITA – Conte ha riconosciuto che il Barcellona è virtualmente qualificato agli ottavi (come c’era da aspettarselo) e che quindi sarà sfida a due con il Borussia Dortmund: “Noi siamo stati bravi a vincere a San Siro contro il Borussia, sappiamo benissimo delle difficoltà che ci saranno domani perché incontreremo una squadra forte, collaudata, che fa la Champions da tanti anni. Dovremo fare grande attenzione“. Tuttavia, il tecnico nerazzurro allontana qualsiasi speculazione riguardo una partita difensiva o attendista dei suoi ragazzi: “Sappiamo benissimo che situazione ambientale riescono a creare i loro tifosi, proprio per questo sarà importante giocare con personalità. Veniamo a giocarci la partita. E’ uno step importante di crescita e credo si possano fare affrontando le partite come è giusto che sia, giocandocela e facendo quel che abbiamo preparato. Che vinca il migliore“. È indubbio dunque che, almeno stando alle sue dichiarazioni, Conte non si accontenti del pareggio e che proverà a vincere la partita dal primo minuto senza speculare sull’attuale situazione in classifica favorevole (Inter a pari punti col BVB ma in testa per scontri diretti).

SU SENSI – Si è più volte detto che Stefano Sensi avrebbe recuperato in vista della sfida contro il Dortmund e che non sarebbe stato schierato titolare contro il Bologna. In effetti, l’ex Sassuolo si è regolarmente allenato e non è stato rischiato contro i rossoblù proprio in vista di domani. Ciò nonostante, Conte non ha voluto “ufficializzare” la sua presenza domani, limitandosi a dire: “Stefano è un calciatore recuperato. E’ il terzo allenamento che ha fatto con noi, il primo alla vigilia di Bologna. E’ a disposizione, è recuperato. Faremo delle valutazioni con lo staff per capire come è meglio utilizzarlo, se dall’inizio o meno. Faremo delle valutazioni per il bene della squadra e del calciatore.” La presenza di Sensi all’interno delle geometrie del centrocampo nerazzurro si è fatta sentire, ma non si è riscontrata nei risultati più di tanto (salvo per il pareggio contro il Parma). Domani sera quindi, si spera che possa tornare a fare la differenza.