Copa America: sussulto del Brasile, la Colombia trema ma passa

0

Delineata anche la situazione del gruppo C, quello più in bilico. La Colombia delude e pareggia 0-0 con un Perù mai in reale difficoltà. Nel secondo incontro, il “nuovo” Brasile orfano di Neymar convince e batte 2-1 il Venezuela. La vinotinto perde così l’ultimo treno qualificazione a vantaggio dei colombiani, ripescati come migliore terza.

Il match tra Colombia e Perù si fa segnalare soprattutto per la sterilità negli ultimi 16 metri di James Rodriguez e compagni. Falcao è ancora una volta poco ispirato e nell’arco dei 90 minuti inquadra la porta in girata di sinistro solo una volta, al 3′, bravo il portiere Gallese nell’occasione. Con il trascorrere dei minuti anche il solito Carlos Sanchez accende la luce ad intermittenza, Cuadrado e James si sgonfiano man mano, mentre il nervosismo sale. Proprio il numero 10 è protagonista al minuto 75 di un brutto episodio, quando colpisce con una violenta gomitata al volto il peruviano Advincula. L’arbitro non si accorge dell’accaduto, ma la Copa America rischia di perdere anticipatamente un’altra stella. Nel finale dentro anche Jackson Martinez per l’evanescente Tigre Falcao ed Ibarbo per Armero. L’assetto iperoffensivo di Pekerman schiaccia il Perù sulla difensiva, ma non porta a vere occasioni. Al triplice fischio sono gli uomini di Gareca ad esultare, matematicamente qualificati per il maggior numero di reti segnate.

Nel secondo incontro basterebbe un pari a Brasile e Venezuela per essere entrambe qualificate, ai danni proprio della Colombia. La partita però si accende subito: al 9′ Robinho batte un corner e Thiago Silva è lasciato troppo solo in area piccola per fallire, è 1-0. Il fantasista ex Milan non fa rimpiangere Neymar e sfodera una prestazione maiuscola sulla fascia sinistra, mettendo in  apprensione la retroguardia del Venezuela. Willian dall’altra parte non è da meno, e nella ripresa al minuto 51 confeziona un grande uno-due con Coutinho, prima di mettere al centro una palla perfetta che Firmino deve solo spingere in rete: 2-0 e vinotintos alle corde. Il centrocampo di Sanvicente non riesce ad arginare le iniziative brasiliane e il positivissimo Rincon non basta, il genoano tuttavia è una piacevole conferma, recupera palloni, imposta e appena può non disdegna di spingersi in avanti per provare a pungere. A 5′ dal termine però i venezualani trovano l’episodio giusto per riaprire la gara: punizione dal limite pennellata dal mancino vellutato di Juan Arango, Jefferson fa il miracolo e manda sul palo, Miku è il più lesto e insacca di testa in tap-in. Brivido finale per i verdeoro, quando ancora Miku per un soffio non impatta di testa su un traversone invitante nell’assedio finale. 2-1 quindi il risultato finale, con il Brasile che trova dunque energie inaspettate senza il suo giocatore di maggior talento. Venezuelani eliminati, dopo la sorprendente vittoria all’esordio contro la Colombia.

Questo il quadro dei quarti di finale, al via mercoledì notte con Cile-Uruguay:tabellone_quarti_di_finale_coppa_america