COPPA ITALIA, PATRICK CUTRONE ANCORA DECISIVO PER IL MILAN!

0
L'attaccante del Milan Patrick Cutrone autore del goal vittoria in Coppa Italia

L’altro Quarto di Finale di Coppa Italia tra Milan e Inter lo Decide Cutrone al 104’ dei tempi supplementari. tra i rossoneri non c’era il portiere Gianluigi Donnarumma a causa di un’infiammazione all’inguine. Al suo posto c’è il fratello Antonio, che ha sostituito sia Gianluigi sia l’ex Juventus Storari (infortunatosi durante il riscaldamento). Sempre per il Milan Torna dal primo minuto Biglia. Trio d’attacco formata da suso, Kalinic e Bonaventura; Mentre per i nerazzurri tornano titolari Nagatomo e il portoghese Joao Mario. In avanti c’è il solito Mauro Icardi supportato dal croato Ivan Perisic.

PRIMO TEMPO EQUILIBRATO l’Inter parte subito forte tanto che nei primi minuti ha un paio di buone occasioni ma non molto eclatanti per impensierire Antonio Donnarumma. Gli stessi uomini di Spalletti fanno un pressing asfissiante sul Milan tanto che in diverse occasione riescono a far sbagliare la stessa difesa rossonera. Nei minuti successivi i nerazzurri battono anche il primo calcio d’angolo del match.  Ma anche questo non è pericoloso per la retroguardia del “diavolo”. È un monologo Inter fino a quando non si arriva al 20’ minuto: gli uomini di Gattuso sprecano la grande opportunità di passare in vantaggio con un colpo di testa di Bonaventura (servito da un cross da Kessie). Ma Handanovic è attento tanto che devia in angolo. Tre minuti più tardi l’arbitro Guida è costretto a far intervenire il VAR per annullare un “ipotetico” vantaggio nerazzurro: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Ivan Perisic, Donnarumma devia il pallone facendolo finire nella propria porta. Ma Guida non convalida il goal perché il difensore centrale Ranocchia era in fuorigioco. La gara quindi continua con il risultato fermo sullo 0-0. Qualche minuto dopo è di nuovo il Milan a mangiarsi il goal del vantaggio con Suso “ipnotizzato” dal portiere sloveno nerazzurro. Queste sono le occasioni più eclatanti successe nel corso dei primi 45’ minuti nel “derby della Madonnina” valido come Quarto di Finale della Coppa Italia.

JOAO MARIO, PERISIC E SUSO NON RIESCONO A CHIUDERE LA GARA Anche i primi minuti della ripresa è un equilibrio totale con una sola occasione per parte. Qualche minuto più tardi Gennaro Gattuso è costretto a effettuare il suo primo cambio: esce Abate (causa infortunio) al suo posto entra Calabria. Diversi minuti più tardi l’Inter ha due opportunità per passare in vantaggio con Joao Mario (servito da Icardi) prima e Vecino poi. Invece al 63’ è di nuovo il Milan ha fallire il goal del vantaggio con l’esterno spagnolo Suso il quale con il destro sbaglia a calibrare il tiro che termina al lato della porta difesa da Handanovic. Un minuto più tardi è Spalletti ha giocarsi il primo cambio: esce un Joao Mario non informa, al suo posto entra l’ex viola Borja Valero. Tra il 67’ e il 75’ si assiste ad una giostra di sostituzioni: per i padroni di casa entrano Calhanoglu e Cutrone che prendono il posto di Locatelli e Kalinic; mentre per i neroazzurri entra Brozovic esce Gagliardini. Le stesse squadre milanesi hanno un’occasione ciascuno per passare in vantaggio con Suso che però stampa il suo tiro a giro sulla traversa e il croato Perisic (servito da Brozovic), però l’ex Wolfsburg manda il pallone alto sopra la traversa. Quando lo spettro dei supplementari si fa più minaccioso, ecco che il Milan fallisce ancora una volta l’occasione di passare in vantaggio con Suso (servito da Calhanoglu) non riesce a inquadrare lo specchio della porta anche perché il tiro viene deviato da Borja Valero. La partita non sembra sbloccarsi, quindi la sfida tra Milan e Inter si prolungherà anche nei tempi supplementari.

CUTRONE MANDA IL DIAVOLO IN SEMIFINALE Nemmeno nei supplementari nessuno delle due ha voglia di mollare tanto che già nel primo tempo di extra time entrambe le squadre hanno diverse occasione per sbloccare la gara con Bonaventura da una parte e Icardi dall’altra. Luciano Spalletti si gioca l’ultimo cambio facendo entrare Eder al posto di Candreva. Ma la partita la sblocca ancora una volta Cutrone (servito da Suso) il quale batte Handanovic. Così termina il primo tempo supplementare. Nel secondo gli uomini di Spalletti provano disperatamente di prolungare la gara fino ai rigori, ma il Milan è bravo a non fare errori. Ma nulla da fare in Semifinale di Coppa Italia ci vanno i rossoneri grazie al secondo centro stagionale in coppa Italia. In Semifinale il Milan dovrà affrontare l’altra finalista della scorsa edizione di coppa Italia, ovvero la Lazio di Ciro Immobile e Simone Inzaghi.