Coronavirus a Napoli, chiuso il pronto soccorso del Cardarelli: solo ieri 10 pazienti positivi

Il reparto sarà sottoposto a sanificazione ed il personale sanitario soggetto a test rapido

0
Posti letto limitati, Morto al Cardarelli, Sovraffollamento al Cardarelli, Coronavirus al Cardarelli
Ospedale Cardarelli, Fonte Wikipedia

Risale a ieri nel tardo pomeriggio la decisione di chiudere il reparto del pronto soccorso dell’Ospedale Cardarelli di Napoli. La decisione sarebbe stata presa in virtù di una decina di test rapidi, cui di routine vengono sottoposti i pazienti che arrivano per ricevere visita, risultati positivi solo nel pomeriggio di ieri.

Come riporta l’Ansa: “Il pronto soccorso dell’ Ospedale Cardarelli di Napoli è stato chiuso nel tardo pomeriggio a causa del numero di pazienti risultati positivi al test rapido sul Covid-19. Sarebbero una decina i pazienti giunti al Pronto soccorso per patologie diverse, e risultati positivi al Covid 19 dopo il test rapido”.

Il Pronto soccorso sarà dunque sottoposto a sanificazione e riaprirà solo quando le operazioni saranno completate. Nel frattempo i test rapidi sono stati estesi a tutto il personale del Pronto Soccorso per verificarne l’eventuale positività.

Durante il corso dei giorni scorsi si era già registrato un aumento dei pazienti Covid-19 ricoverati nella palazzina M del presidio ospedaliero in questione. Nessuno di questi, tuttavia, risultava ricoverato in terapia intensiva o subintensiva.

Nel frattempo continua a crescere il numero di contagi in tutta la Regione Campania: solo ieri l’incremento è stato di +171 nuovi positivi ed 1 deceduto, per un totale di 7.649 attualmente positivi su tutto il territorio.

AGGIORNAMENTO – La direzione generale del Cardarelli rende noto che già a partire dalla mezzanotte di oggi (05 settembre 2020), a seguito delle operazioni di santificazione, il pronto soccorso dell’Azienda ospedaliera è stato regolarmente riaperto. Al fine di evitare di generare ingiustificati allarmismi, si precisa che le operazioni di santificazione delle aree del pronto soccorso non sono state dettate da un elevato numero di pazienti risultati positivi al Covid-19, bensì dall’esigenza di garantire la massima sicurezza dei degenti e degli operatori sanitari a causa del passaggio, come in questo caso, di un paziente risultato successivamente positivo negli ambienti del pronto soccorso.

Sin dalle prime settimane della crisi pandemica la linea del management dell’Azienda ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli è stata quella di porre in essere protocolli di massima prudenza, necessari a prevenire e contrastare eventuali occasioni di contagio.