domenica, Marzo 3, 2024
Home Blog

Coronavirus, António Guterres: “Le nazioni devono unire le forze, altrimenti conseguenze disastrose”

La seconda ondata del virus sembrerebbe non dare pace alle varie nazioni che registrano picchi molto alti di contagi, seppur con una carica virale più leggera. Sono tanti gli asintomatici da scovare, innocui inizialmente ma responsabili di eventuali infezioni imprevedibili. Per questo motivo, gli scienziati stanno lavorando incessantemente al vaccino contro il Covid-19, con la speranza di mettere fine alla pandemia.

António Guterres, segretario generale dell’Onu, si è espresso proprio su questa tematica e dell’impatto sull’economia mondiale direttamente da New York. Secondo Guterres, “Se non agiamo ora, abbiamo davanti una recessione globale che potrebbe spazzare via decenni di sviluppo e rendere completamente fuori portata l’Agenda 2030”.

GUTERRES SULL’IMPORTANZA DEI PAESI MENO SVILUPPATI – António Guterres è intervenuto all’evento virtuale sul finanziamento allo sviluppo dell’era del coronavirus e ha spiegato come i Paesi in via di sviluppo siano i più bisognosi di ripartire. “I paesi hanno reagito rapidamente alla crisi, con una risposta fiscale di 1.150 miliardi di dollari a livello globale a partire dalla fine di agosto. Ma solo il 2,5% di questo stimolo fiscale globale è dovuto alle economie in via di sviluppo ed emergenti che hanno maggiori bisogni, risorse minori e capacità più deboli per affrontare la crisi” ha dichiarato il segretario generale dell’Onu.

Guterres mette in guardia: se gli Stati non uniranno le forze per finanziare la lotta contro il virus e aiutare i Paesi più poveri, le conseguenze saranno ancor più disastrose; basti pensare che abbiamo appena superato la soglia del milione di morti a causa del Covid-19.

“La pandemia di Covid-19 è una catastrofe, ma è anche un’opportunità generazionale per plasmare il nostro futuro in meglio ha concluso il segretario generale dell’Onu, António Guterres.