Coronavirus, bollettino Protezione Civile (15 giugno 2020)

I dati aggiornati e diffusi dalla Protezione civile.

0
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate

Nonostante l’Italia stia riprendendo pian piano la normalità, si è diffuso rapidamente un nuovo virus tra i cittadini: quello della depressione. A causa della pandemia tante attività hanno chiuso portandosi via sogni e desideri di chi ora non ha più un lavoro. Il problema è talmente serio che l’Oms ritiene che l’emergenza Covid-19 riguardi anche la salute mentale.

Sul fronte europeo e mondiale, sono più di 7 milioni e mezzo i casi di contagio con oltre 420 mila decessi. Le frontiere europee sono nuovamente aperte ma già si sono registrati disagi per le norme da attuare in aereo: nel decreto si parlava di bagagli di grandi dimensioni, tuttavia, alcuni viaggiatori hanno scoperto di non poter portare su in cabina nemmeno il trolley.

A Pechino, come vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi, si sono registrati nuovi focolai ma la popolazione non ha rinunciato a frequentare luoghi affollati come i mercati. Sta facendo molto discutere la storia di Michael Flor, 70 enne ricoverato per due mesi all’ospedale di Seattle a causa del virus. L’uomo ha ricevuto una fattura rilasciata dall’ospedale di circa un milione di dollari, tuttavia, quasi sicuramente non dovrà pagare per via dell’accordo del presidente Donald Trump con le assicurazioni.

Il Dipartimento della Protezione civile e il suo capo, Angelo Borrelli, ci forniscono il bollettino quotidiano dell’epidemia in Italia, reperibile sul sito della Protezione civile, Ministero della Salute e organi competenti.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, il numero totale dei casi dall’inizio dell’epidemia è pari a 237.290 con un incremento di 301 contagi. Il numero totale delle persone attualmente positive è di 25.909 con un decremento di 365 unità. Il numero dei pazienti ricoverati in ospedale è pari a 3.489 di cui 207 in terapia intensiva e 22.213 in isolamento domiciliare. Oggi si registrano 26 decessi per un totale di 34.371 e 640 guariti/dimessi che porta il totale a 177.010.