Coronavirus, bollettino Protezione Civile (16 aprile 2020)

I dati aggiornati della Protezione Civile.

0

L’andamento della curva epidemiologica fa ben sperare l’Italia su una possibile e graduale riapertura del Paese. Tuttavia, è scontro tra le regioni e il governo Conte sulla data di fine lockdown: la Lombardia, e principalmente le regioni del nord, sono ancora molto colpite dall’epidemia ed è per questo che non hanno consentito la riapertura delle attività come librerie, cartolerie e negozi per bambini.

Sul fronte europeo e mondiale, sono due milioni le persone positive al Covid-19, il continente più colpito è ancora l’Europa con quasi un milione di contagiati. La presidente della commissione europea, Ursula von der Leyen ha dichiarato: “La UE deve scusarsi con l’Italia”. Pronta la risposta del Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: “Atto di verità”.

Nella conferenza stampa delle 18, il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ci fornisce il bollettino quotidiano dell’epidemia.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia si registrano 1189 persone positive in più per un totale di 106.607, di cui 2937 in terapia intensiva (numeri in calo), 26893 ricoverati con sintomi e 76778 in isolamento domiciliare con sintomi lievi o asintomatici. Oggi si registrano 525 decessi e 2072 guariti che porta il totale dei guariti a 40164. Nella giornata odierna sono stati effettuati 61 mila tamponi.