Coronavirus, bollettino Protezione civile (21 giugno 2020)

I dati aggiornati e diffusi dalla Protezione civile.

0
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate

La curva epidemiologica del virus si sta abbassando in quasi tutta l’Italia, eccezion fatta per la Lombardia dove si registrano la maggior parte dei casi di contagio. Alcune regioni, prettamente del centro-sud, non registrano decessi o particolare incremento di casi, prova che la quarantena ha dato i suoi frutti e il virus si sta indebolendo.

Sul fronte europeo e mondiale, ormai si contano più di 8,8 milioni di contagi con quasi 465 mila decessi e oltre 4 milioni di guarigioni. In America Latina la carica virale non sembrerebbe perdere di potenza; grave la situazione in Brasile, che ha superato un milione di contagi, Perù e Cile. In Germania, nella giornata di ieri, si è formato un nuovo focolaio in un mattatoio, i casi accertati sono 1.000.

Il Dipartimento della Protezione civile e il suo capo, Angelo Borrelli, ci forniscono il bollettino quotidiano dell’epidemia in Italia, reperibile sul sito della Protezione civile, Ministero della Salute e organi competenti.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, il numero totale dei casi dall’inizio dell’epidemia è pari a 238.499 con un incremento di 224 contagi. Il numero totale delle persone attualmente positive è di 20.972 con un decremento di 240 unità. I pazienti ricoverati presso le strutture ospedaliere sono 2.314 di cui 148 in terapia intensiva e 18.510 in isolamento domiciliare. Oggi si registrano 24 decessi per un totale di 34.634 e 440 guariti/dimessi che porta il totale a 182.893.