Coronavirus, bollettino Protezione Civile (3 aprile 2020)

I dati aggiornati della Protezione Civile.

0

Il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, in queste ore ha dichiarato all’ANSA che la fase due del decreto dipende dalla curva dei contagi. Non solo, durante un’intervista per Radio Anch’io, il dottor Borrelli ha spiegato che “non passerà questa situazione per quella data (13 aprile). Dovremo stare in casa per molte settimane”, ribadendo inoltre la necessità di seguire le regole imposte dal governo in maniera rigorosa.

Sul fronte europeo, la Spagna ha raggiunto il picco dei 10.000 decessi, 950 in 24 ore e ha superato l’Italia in numeri di contagio. In Germania i casi sono oltre 80.000 con 1107 morti. La regina Elisabetta II ha registrato un messaggio speciale che verrà trasmesso nel Regno Unito e nei Paesi del Commonwealth domenica sera; la monarca si è ritirata nel castello di Windsor insieme al principe Filippo e a un numero molto ristretto di fidati collaboratori.

L’OMS (Organizzazione mondiale per la sanità) lancia l’allarme per i cosiddetti prodotti “fake” che promettono di diagnosticare, curare, prevenire l’infezione da coronavirus.
“Questi farmaci pretendono di prevenire, rilevare, trattare o curare Covid-19. La pandemia causata dal virus Sars-CoV-2 ha fatto crescere la richiesta di medicinali, vaccini, diagnostica e reagenti, creando per i malintenzionati un’opportunità per distribuire prodotti medici falsi. È richiesta la dovuta diligenza da parte di tutti gli attori nell’acquisizione, nell’uso e nella somministrazione dei prodotti medici, in particolare quelli colpiti dall’attuale crisi, relativi a Covid-19” scrive nel comunicato l’OMS.

Nella conferenza stampa delle 18, Angelo Borrelli ci fornisce il bollettino quotidiano dell’epidemia.

I DATI – Attualmente in Italia si registrano 2339 pazienti positivi in più per un totale di 85388, di cui 4068 in terapia intensiva, 28741 ricoverati con sintomi e 52572 in isolamento domiciliare con sintomi lievi o asintomatici. Oggi si registrano 766 decessi e 1480 guariti per un totale di 19758 pazienti guariti. Tra ieri e oggi sono stati effettuati 80.000 tamponi per un totale di 619.849. 114 pazienti (9 in più rispetto a ieri) sono stati trasferiti dalla Lombardia di cui 38 in Germania.

Angelo Borrelli ci tiene a precisare che le interviste rilasciate in queste ore sono frutto di un ragionamento personale e non ordinanze imposte dal governo. Al momento la data fissata è il 13 aprile.