Coronavirus, bollettino Protezione Civile (30 aprile 2020)

I dati aggiornati della Protezione Civile.

0

Questa mattina il Presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, si è rivolto alla Camera e al Senato per un’informativa urgente sulle iniziative del Governo per la ripresa delle attività economiche. Per il premier non c’è spazio per scelte autonome da parte delle Regioni poiché il rischio è ancora molto alto: “Non ci sarà un piano rimesso a iniziative improvvide di singoli enti locali, ma basato su rilevazioni scientifiche”.

Sul fronte europeo e mondiale, i contagi da Covid-19 hanno superato ormai i 3 milioni e quasi 230 mila decessi. In Germania, nei giorni scorsi, si era diffuso un allarmismo dovuto al tasso dei contagi. L’Istituto Koch è intervenuto per placare l’ondata di panico (ma anche fake news) generatosi dopo la diffusione di notizie in tutto il mondo. Nel frattempo, il governo tedesco si prepara ad allungare il periodo delle restrizioni fino al 10 maggio, come ha annunciato il capo della cancelliera, Helge Braun.

Anche in Italia la curva epidemiologica continua a scendere, a confermarlo il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. “La curva dell’epidemia di Covid-19 continua sostanzialmente a decrescere nel numero di sintomatici e dei casi in tutte le regioni” ha dichiarato Brusaferro. In questi giorni si è ridotto ulteriormente il numero delle zone rosse, 74 comuni in 7 regioni.

Una buona notizia arriva dal campo medico e scientifico: pare che, seppur in quantità variabili, i pazienti guariti dal virus producano una sorta di anticorpi per contrastarlo. Uno studio cinese su Nature Medicine ha diffuso i dati di 285 pazienti guariti dal Coronavirus: a 19 giorni dai sintomi, il 100 per cento degli esaminati avevano sviluppato le IgG contro Sars-CoV-2. Inoltre, Pietro Di Lorenzo, presidente di Irbm, azienda italiana che collabora con Oxford, ha dichiarato: “Entro dicembre, se tutti i test daranno gli esiti positivi che ci auguriamo, ci sarà un primo stock di vaccino anti-Covid disponibile”. Notizie che ci fanno ben sperare.

Nella conferenza stampa delle 18, il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ci fornisce il bollettino quotidiano dell’epidemia in Italia.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, i casi di contagio da Coronavirus dall’inizio dell’epidemia è pari a 205.463 con un incremento di 1.872 contagi. Il totale delle persone attualmente positive è di 101.551 con un decremento di 3.106 unità. 1.694 pazienti sono in terapia intensiva, 18.149 ricoverati con sintomi e 81.708 in isolamento domiciliare con sintomi lievi o asintomatici. Oggi si registrano 285 decessi che porta il totale a 27.967. I dimessi o guariti sono 4.693 per un totale di 75.945.