Coronavirus, bollettino Protezione Civile (30 maggio 2020)

I dati aggiornati diffusi dalla Protezione Civile.

0

Ormai è ufficiale, dal 3 giugno si potrà circolare liberamente in tutta l’Italia e all’estero, sempre con le dovute precauzioni e rispettando le leggi imposte dai vari paesi d’Europa. Sono tanti, ad esempio, coloro che hanno aperto le porte ai cittadini provenienti dall’estero, tranne agli italiani come la Grecia. Il 3 giugno è anche la data di scadenza per i lavoratori autonomi che non hanno ancora fatto domanda all’Inps per il bonus.

Sul fronte europeo e mondiale, sono ormai quasi 6 milioni i contagi da Covid-19 con 365 mila decessi e oltre due milioni e mezzo di guariti. L’epicentro dell’epidemia si è spostato dall’Europa agli Stati Uniti, in particolar modo in America Latina, dove la sanità è ormai al collasso. L’India ha registrato un nuovo record giornaliero di casi. Nelle ultime 24 ore, a un giorno dalla fine del lockdown durato due mesi, sono stati registrati 7.964 contagi e 265 decessi.

Il Dipartimento della Protezione Civile e il suo capo, Angelo Borrelli, ci forniscono il bollettino quotidiano dell’epidemia in Italia, reperibile sul sito della Protezione Civile, Ministero della Salute e organi competenti.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, il numero dei casi totali dall’inizio dell’epidemia è di 232.664 con un incremento di 416 contagi. Il numero totale delle persone attualmente positive è di 43.691 con una decrescita di 2.484 unità. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6.680 di cui 450 in terapia intensiva e 36.561 in isolamento domiciliare. Oggi si registrano 111 decessi per un totale di 33.340 e 2.789 guariti/dimessi che porta il totale a 155.633.