Coronavirus, bollettino Protezione Civile (30 marzo 2020)

I dati di oggi della Protezione Civile.

0

La curva epidemiologica dei contagi sta subendo un lieve abbassamento, segno che questa quarantena sta dando i suoi frutti, tuttavia, la strada da percorrere è ancora lunga.
“Siamo nella fase più acuta dell’emergenza. E’ difficile fare previsioni. Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10 mila vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale. E’ prematuro dire quando saranno allentate le restrizioni in Italia” ha dichiarato il premier Giuseppe Conte in un’intervista per El Pais.

Sul fronte europeo, il Presidente del Consiglio è fermo sulla propria posizione e ha dichiarato che questa situazione ha celato un certo egoismo da parte dei Paesi appartenenti all’UE.
“Gli istinti nazionalisti, in Italia ma anche in altri Paesi, saranno molto forti se l’UE non sarà all’altezza” ha dichiarato Conte che avverte: “Il numero di disoccupati che si avrà dopo questo tsunami sarà molto alto. Dobbiamo poter avvivare a capo di una ricostruzione prima che ciò avvenga”.

“Buone notizie stanno arrivando anche dal campo dei farmaci. C’è un farmaco che viene utilizzato come antiinfiammatorio in malattie come l’artrite e che sembra essere efficace e i dati sono abbastanza promettenti” ha spiegato il virologo Roberto Burioni a Che Tempo Che Fa da Fabio Fazio, portando un po’ di speranza a tutte le persone colpite dal virus.

Nella conferenza stampa delle 18, il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ci fornisce il bollettino quotidiano sull’epidemia.

I DATI – Attualmente in Italia si registrano 1648 pazienti positivi in più per un totale di 75528; 3981 in terapia intensiva, 27795 ricoverati in ospedale e 43752 in isolamento domiciliare con sintomi lievi o asintomatici. Ad oggi si registrano 812 decessi e 1590 guariti, il dato più alto dall’inizio dell’epidemia, che porta il totale dei guariti a 14620. I pazienti trasferiti dalla Lombardia sono 94, purtroppo è saltato il trasferimento di 6 pazienti diretti in Germania a causa della sanificazione dell’aereo.

LE RACCOMANDAZIONI – Il dottor Angelo Borrelli ringrazia tutti gli italiani per le donazioni che stanno arrivando ed sorta i cittadini a seguire le regole. Inoltre, ricorda di non cadere nelle trappole delle fake news che girano principalmente sul web. Sono state denunciate al Ministero dell’Interno 6550 persone che hanno violato l’obbligo di quarantena, alcune anche positive.
“Solo attraverso il rispetto di queste misure, noi riusciremo a sconfiggere questo virus il prima possibile” ha dichiarato il capo del Dipartimento della Protezione Civile.