Coronavirus, bollettino Protezione Civile (4 maggio 2020)

I dati aggiornati della Protezione Civile.

0

Oggi è iniziata ufficialmente la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus che prevede un leggero allentamento del lockdown iniziale. Sono più di 4 milioni i cittadini tornati sul posto di lavoro, indispensabili per la ripresa economica del paese. Sui social network sta girando un video che ritrae alcune persone milanesi, zona Porta Venezia, intente a festeggiare nelle strade; immagini che fanno parecchio discutere. Questa nuova fase sarà cruciale per comprendere a pieno la potenza del virus e la risposta dei cittadini ad esso.

Sul fronte europeo e mondiale, sono tanti i paesi dell’Ue che hanno allentato la presa assieme all’Italia. Per il secondo giorno consecutivo, la Spagna ha registrato 164 decessi e il numero dei nuovi contagi è di 356 unità. Anche il Regno Unito ha registrato il numero più basso di morti dal 29 marzo, 229 decessi. Negli Stati Uniti si continuano a registrare innumerevoli morti, 1.450 nelle ultime 24 ore e oltre 1,15 milioni di casi. Secondo il presidente Donald Trump, però, i numeri dei decessi potrebbero continuare a salire e raggiungere quota 100 mila.

I tempi per la produzione di un vaccino valido a contrastare il Covid-19 sono molto lunghi, tuttavia, continuano le ricerche e le prime sperimentazioni. Secondo l’azienda biotech Takis, funzionano gli anticorpi generati nei topi, ma i primi test avranno luogo dopo l’estate.

Il Dipartimento della Protezione Civile e il suo capo, Angelo Borrelli, ci forniscono il bollettino giornaliero dell’epidemia in Italia, reperibile sul sito della Protezione Civile e gli organi competenti.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, i casi totali di Coronavirus dall’inizio dell’epidemia sono 211.938 con un incremento di 1.221 unità. Il numero delle persone attualmente positive è pari a 99.980 con un decremento di 199 unità. 1.479 pazienti sono in cura presso le terapie intensive, 16.823 persone sono ricoverate con sintomi e 81.678 persone sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Oggi si registrano 195 decessi che porta il totale a 29.079 e 1.225 guariti e dimessi per un totale di 82.879.