Coronavirus, bollettino Protezione Civile (7 giugno 2020)

I dati aggiornati diffusi dalla Protezione civile.

0
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate

La curva epidemiologica del virus in Italia continua a scendere, permettendo così la graduale ripartenza del paese. Se da un lato i numeri sono buoni, dall’altro gli italiani stanno pagando un caro prezzo a livello economico. L’analisi su Repubblica di Linda Laura Sabbadini, direttrice centrale dell’Istat, conferma un drastico crollo dei posti di lavoro: i più colpiti gli under 35 e le donne.

Sul fronte europeo e mondiale, sono più di 6 milioni e mezzo i casi di contagio e quasi 400 mila decessi. Il Regno Unito continua a mantenere il record europeo di decessi, oltre 40 mila. A seguire la Spagna, seppur registra un minor numero di morti, supera l’Italia per numero di infetti, più di 240 mila totali. La Germania registra circa 185 mila casi e più di 8 mila decessi. La Francia, invece, conta oltre 190 mila contagi e circa 29 mila morti.

Il Dipartimento della Protezione civile e il suo capo, Angelo Borrelli, ci forniscono il bollettino quotidiano dell’epidemia in Italia, reperibile sul sito della Protezione civile, Ministero della Salute e organi competenti.

I DATI DI OGGI – Attualmente in Italia, il numero dei casi totali dall’inizio dell’epidemia è pari a 234.998 con un incremento di 197 contagi. Il numero totale delle persone attualmente positive è 35.262 con un decremento di 615 unità. Il numero dei pazienti ricoverati in ospedale è di 4.864 di cui 287 in terapia intensiva e 30.111 in isolamento domiciliare. Oggi si registrano 53 decessi che porta il totale a 33.899 e 759 guariti/dimessi per un totale di 165.837.