Coronavirus, decreto per inasprire le sanzioni: fino a 4mila euro di multa per chi viola le disposizioni

Il Governo italiano a lavoro per rendere più efficaci le sanzioni per chi esce senza motivo

0
Polizia locale, fonte Wikipedia Commons
Polizia locale, fonte Wikipedia Commons

Con la pubblicazione del nuovo decreto del presidente del Consiglio Conte è cambiato ancora una volta il modulo di autocertificazione per gli spostamenti. Per stamparlo è possibile recarsi sul sito ufficiale del Ministero dell’Interno, qualora non sia possibile i cittadini possono compilarlo a mano.

DIFFERENZE – Rispetto al modulo precedente il dichiarante deve indicare oltre alla residenza anche il domicilio. Occorre inoltre specificare da dove lo spostamento è iniziato e la destinazione.

Per quanto concerne i motivi restano le situazioni di necessità, le comprovate esigenze lavorative e i motivi di salute. Introdotta infine la voce “assoluta urgenza” che sostituisce il “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”, dato che dal dpcm del 22 marzo sono vietati gli spostamenti da un Comune all’altro.

SANZIONI – Possibile modifica anche delle sanzioni per chi viola le disposizioni. Oggi alle ore 15 andrà in scena una riunione del Consiglio dei ministri e sul tavolo dovrebbe esserci un ulteriore decreto per rendere più stringenti ed efficaci i provvedimenti.

Stando a quanto trapela, le nuove misure prevederebbero l’introduzione di una sanzione amministrativa fino a 4mila euro e, eventualmente, la confisca del mezzo per chi si trovi in giro senza valido motivo.