Coronavirus, difficile bloccare la Serie A: avanza l’ipotesi porte chiuse

La Serie A verso il prosieguo a porte chiuse, è questa la decisione verso la quale ci si sta dirigendo

0
Logo Serie A Tim. Font. foto screenshot da Youtube

Dopo il rinvio di quattro gare nell’ultimo turno di Serie A (Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Torino-Parma), i vertici della Serie A e le istituzioni stanno decidendo il da farsi per quando riguarda il prosieguo del campionato italiano e di tutte le manifestazioni sportive in seguito all’emergenza Coronavirus.

IPOTESI PORTE CHIUSE – Al momento pensare alla completa sospensione della Serie A appare improbabile per gli enormi problemi di calendario che comporterebbe. I club, soprattutto quelli impegnati in Europa, non riuscirebbero a recuperare tutti i match e le date di recupero non potrebbero slittare oltre il mese di maggio per via dell’inizio degli Europei. Probabile, dunque, l’ipotesi porte chiuse, come riportato da Alessio Di Francesco di Radio Radio.

Ecco il tweet:

“Secondo fonti qualificate della lega fermare ulteriormente il campionato renderebbe praticamente impossibile recuperare le gare non disputate. Sarebbe molto più semplice gestire la situazione facendo giocare tutte le partite a porte chiuse @RadioRadioWeb”.