Coronavirus, Guido Bertolaso: “L’Italia potrebbe diventare tutta zona rossa ad eccezione della Sardegna”

Secondo l'ex capo della Protezione Civile, il Paese potrebbe diventare un'unica zona rossa, eccezion fatta per la Sardegna in zona bianca

0
Fonte: abruzzo24ore.tv

L’Italia potrebbe presto diventare un’unica zona rossa, eccezion fatta per la Sardegna in zona bianca se non si accelera il piano vaccinale. Queste sono le parole e i pensieri di Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile e ora consulente della Regione Lombardia per il piano vaccinale.

ITALIA IN ZONA ROSSA – Non è poi così lontano dalla realtà quanto affermato da Bertolaso: i contagi crescono (anche e soprattutto a causa delle varianti), le zone arancioni e le mini zone rosse locali sono tante; potrebbe davvero solo la Sardegna restare in zona bianca. Il consulente della Regione Lombardia è intervenuto in una conferenza stampa a Palazzo Pirelli per commentare la situazione d’emergenza proprio in Lombardia.

“È fuori discussione che bisogna vaccinare. Si può fare molto di più rispetto a quello che già stiamo facendo rispetto a questa situazione. Bisogna andare a Bruxelles a battere i pugni” ha dichiarato Bertolaso in merito alla campagna vaccinale, di cui lui si occupa per la Regione Lombardia.

“Ci sono segnali robusti di risalita della curva, la variante inglese oggi è prevalente” ha sottolineato l’ex capo della Protezione Civile mettendo in guardia il governo e il nuovo premier Draghi sulla situazione attuale in Italia. Per Bertolaso, l’unico modo per uscire dalla pandemia è vaccinare tutta la popolazione e anche in fretta.

A inizio gennaio, quasi tutte le regioni erano in zona gialla, pertanto adesso la situazione potrebbe cambiare. La Sardegna, infatti, potrebbe essere l’unica regione a restare bianca a differenza delle altre che si preparano a diventare rosse. Venerdì con i nuovi dati del monitoraggio della Cabina di Regia, potrebbero finire in zona rossa anche Emilia Romagna, Toscana e Campania, al momento in arancione con Umbria, Lombardia, Piemonte, Marche, Abruzzo, provincia autonoma di Bolzano e di Trento.