Coronavirus, il rapporto dall’Iss: 1.374 nuovi focolai attivi in Italia

Gli esperti: "I servizi territoriali sono riusciti finora a contenere il virus ma, se i casi dovessero continuare a crescere, le capacità di risposta di questi servizi potrebbero essere messe a dura prova"

0

In base al nuovo rapporto Iss – Ministero della Salute, che analizza i dati dell’epidemia di Sars-Cov-2 riferiti al periodo che va dal 17 al 23 agosto, ci sono attualmente 1.374 focolai attivi in tutta la Nazione. Oltre il 60% del totale è stato individuato grazie ai test e al tracciamento dei contatti.

Ciò che più mette sugli attenti è il fatto che la maggioranza dei nuovi soggetti colpiti non siano più gli anziani. Il rapporto ha infatti confermato che la nuova età media dei casi risultati positivi si è abbassata ulteriormente, e si aggira adesso intorno ai 29 anni. Degli ultimi casi rilevati 2/3 sono asintomatici.

“Nella settimana di monitoraggio – ha sottolineato uno degli esperti dell’Iss – sono stati riportati complessivamente 1374 focolai attivi di cui 490 nuovi (la definizione adottata di focolaio prevede la individuazione di 2 o più casi positivi tra loro collegati), entrambi in aumento per la quarta settimana consecutiva (nella precedente settimana di monitoraggio erano stati segnalati 1077 focolai attivi di cui 281 nuovi)”.

“E – ha proseguito l’esperto – questo comporta un sempre maggiore impegno dei servizi territoriali nelle attività di ricerca dei contatti. I servizi territoriali sono riusciti finora a contenere la trasmissione locale del virus ma, qualora dovesse persistere l’attuale trend di incidenza in aumento, le capacità di risposta di questi servizi potrebbero essere messe a dura prova“.

Nel frattempo, proprio in virtù dell’attuale situazione preoccupante collegata soprattutto ai rientri dalle vacanze, è stata presa la decisione di annullare la Maxi Yacht Rolex Cup e la Rolex Swan Cup di vela di Porto Cervo, luogo che interessa molti dei nuovi positivi registratisi nelle ultime settimane.