Coronavirus, l’EIEF stima la fine dei contagi entro il 20 aprile

0
Coronavirus
Grafico delle proiezioni di fine contagio elaborato dall'EIEF di Roma. Fonte eief.it

Le misure adottate contro la diffusione del Coronavirus in Italia iniziano a dare i loro primi, timidi segni di efficacia. I nuovi contagi giornalieri e le morti provocate dal Covid-19 stanno finalmente diminuendo lasciando respirare un Sistema Sanitario Nazionale che, soprattutto nelle scorse settimane, era ormai prossimo al collasso.

A studiare la regressione del fenomeno ci ha pensato l’ Einaudi Institute for Economics and Finance (EIEF) di Roma che ha pubblicato delle stime piuttosto accurate circa la presunta fine dei contagi regione per regione.

Si parte da Trentino, Friuli, Liguria, Umbria, Puglia e Basilicata che, per numeri piuttosto esigui di casi e popolazione residente potrebbero vedere la fine dell’incubo già nella prima decade di aprile. Toccherà poi a Piemonte, Abruzzo, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia e addirittura il martoriato Veneto riuscire a fermare i nuovi casi entro il 20 aprile. Agli ultimi posti nelle proiezioni del team guidato dal Prof. Franco Peracchi l’Emilia Romagna e la Lombardia. A chiudere sarà la Toscana che seppur non falcidiata da numeri esagerati come in altre regioni si pensa potrà essere esposta a nuove, piccole ondate di contagio dovute alla cospicua popolazione di origine cinese che vi abita.