Coronavirus: l’intervista del Dottor Ascierto, “cauto ottimismo” sul Tocilizumab

0
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate

Il famigerato COVID-19 continua a causare contagi e morti in tutto il mondo. Diventa quindi sempre più urgente trovare una soluzione, una che sia efficace e radicale. Tra i vari farmaci sperimentati con risultati a volte positivi e altre no, finalmente forse ci stiamo avvicinando alla soluzione definitiva.

Ci teniamo a precisare tuttavia che per ora nulla è certo, le ricerche continuano e non ci è ancora dato sapere se siamo effettivamente sulla strada giusta. Ma i riscontri del farmaco chiamato Tocilizumab sembrano piuttosto incoraggianti.

L’INTERVISTA – Questo almeno dichiara il Dottor Paolo Ascierto, specialista in oncologia, direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione G. Pascale di Napoli e Presidente della Fondazione Melanoma – ONLUS.

«Tocilizumab? In questo momento c’è una sperimentazione in corso. I segnali sono molto incoraggianti. C’è cauto ottimismo, tanti pazienti hanno avuto un beneficio. Non solo a Napoli, ma anche a Padova, Cosenza e Fano

UNA CONDIZIONE DA RISPETTARE – Tuttavia il dottore incoraggia comunque le persone a rimanere a casa e rispettare il regolamento imposto dal Governo. Una condizione necessaria, la quale a lungo termine impedirà sicuramente la diffusione del contagio. «Se l’isolamento contenitivo messo in atto inizia a funzionare, e sono sicuro che inizierà a funzionare, tra qualche tempo vedremo un trend in discesa.»