martedì, Marzo 5, 2024
Home Blog

Coronavirus, nel nuovo Dpcm saranno vietati gli spostamenti a Natale, Santo Stefano e primo gennaio

0

Il nuovo Dpcm è alle porte: queste 48 ore saranno fondamentali per decidere il destino dell’Italia sotto le feste natalizie. Una cosa è certa, sarà un natale all’insegna del rigore, distanziamento sociale e protezione; un natale molto diverso dal solito lontano da baci, abbracci e carezze.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, questa mattina nell’informativa al Senato ha annunciato alcuni passaggi fondamentali del nuovo Dpcm. Ieri c’è stato un lungo confronto tra i presidenti delle Regioni, Speranza e il ministro Francesco Boccia, ma anche un incontro tra Governo e capidelegazione. Oggi, alle 16, il ministro della Salute parlerà alla Camera dei deputati e stasera ci sarà il Consiglio dei ministri e si deciderà la stesura definitiva delle nuove ordinanze.

SPOSTAMENTI VIETATI A NATALE, SANTO STEFANO E CAPODANNO – Una delle prime novità è che saranno vietati gli spostamenti, anche comunali, il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio, indipendentemente dal colore della regione. Verranno, inoltre, limitati gli spostamenti tra regioni molto probabilmente dal 20 dicembre al 6 gennaio.

Stretta anche sui viaggi all’estero, dopo il no nei confronti delle aperture di alberghi di montagna e impianti sciistici, per evitare che gli italiani vadano in settimana bianca in Austria o Svizzera, dopo l’invito di questi Paesi. Su questo punto, infatti, Roberto Speranza ha invocato un “piano europeo” di coordinamento per non vanificare gli sforzi fatti fino ad ora.

Il coprifuoco notturno resta in vigore e intenzione del Governo è quello di far tornare tutti gli studenti a scuola il prima possibile. Tuttavia, sembrerebbe quasi impensabile farli tornare sui banchi prima di gennaio. “Le festività vanno affrontate con serietà, se non vogliamo nuove pesanti chiusure tra gennaio e febbraio” ha dichiarato il ministro Speranza.