Coronavirus, nuovo Dpcm: mascherine obbligatorie e riattivazione del comitato operativo della Protezione Civile

Il nuovo Dpcm verrà presentato questa sera ed eventualmente firmato mercoledì dal premier Giuseppe Conte

0

Questa sera verrà proposto al Consiglio dei ministri il nuovo Dpcm e varato mercoledì 7 ottobre, dopo il passaggio di domani in Parlamento del ministro della Salute Roberto Speranza. Il nuovo decreto toccherà vari punti ed è finalizzato ad evitare ulteriori casi di contagio in vista della seconda ondata del virus che sta attraversando tutta l’Europa.

Palazzo Chigi, nel frattempo, ha smentito l’ipotesi di chiudere ristoranti, bar e locali e afferma che da parte del governo “non c’è nessuna intenzione nemmeno di anticiparne l’orario di chiusura introducendo di fatto un coprifuoco”. Tuttavia, nel decreto si discuterà l’obbligo di mascherina all’aperto. Intanto il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha firmato oggi un’ordinanza che impone la chiusura alle 23 per bar, gelaterie e pasticcerie.

MASCHERINE OBBLIGATORIE – Come vi abbiamo anticipato, nel nuovo Dpcm si parlerà dell’obbligo di mascherine anche all’aperto sul tutto il territorio nazionale. Il provvedimento è stato già approvato da alcune regioni come il Lazio e la Campania. Da oggi, anche il Piemonte ha adottato la stessa regola nei pressi delle scuole.

Gli assembramenti restano ancora vietati, soprattutto nelle zone di movida. Per quanto riguarda il limite di persone per feste private, matrimoni e battesimi, potrebbe essere previsto un numero massimo di 200 persone. Per gli eventi sportivi, potrebbe esserci un passo indietro da parte del governo. Inoltre, quest’ultimo potrebbe considerare l’idea di utilizzare l’esercito in strada.

RIATTIVATO IL COMITATO OPERATIVO DELLA PROTEZIONE CIVILE – Il comitato operativo della Protezione civile è stato riattivato come accaduto nei mesi durante la quarantena. La prima riunione si è tenuta questa mattina per fare il punto della situazione. Durante l’incontro non sarebbero emerse al momento particolari criticità. Hanno partecipato il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il Commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri, tecnici e assessori delle varie regioni. La prossima riunione dovrebbe tenersi venerdì prossimo.