Coronavirus, stretta a Pasqua: tutta Italia in zona rossa (ad eccezione delle zone bianche)

Il nuovo decreto legge punta a far diventare l'Italia un'unica zona rossa almeno per le vacanze di Pasqua

0
Rt vicino a 1, Future zone gialle, Pass interregionale, Possibile riapertura anticipata, Nuovi colori, 5 città, Nuovo cambio colore, Cambio colore, 6 regioni, Regioni a rischio
Italia, Fonte Creazilla

Il Consiglio dei ministri ha appena varato un nuovo decreto legge (e non un dpcm) per le restrizioni che entreranno in vigore dal 15 marzo e comprenderanno Pasqua. Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni, ha espresso un giudizio positivo sul decreto che permette ai presidenti di Regione di “prendere misure provinciali”.

PASQUA IN ZONA ROSSA – Stando al nuovo decreto legge, tutta l’Italia, eccezion fatta per la Sardegna in zona bianca, sarà in zona rossa. Questa restrizione entrerà in vigore dal 3 al 5 aprile per evitare assembramenti durante le vacanze.

LE NUOVE LIMITAZIONI DAL 15 MARZO – Dal 15 marzo al 6 aprile, le zone gialle dovranno comunque seguire le limitazioni previste per le zone arancioni. Per gli spostamenti nelle abitazioni private, è prevista la possibilità di fare visita, una volta al giorno e per un massimo di due persone, tra le 5 e le 22 ad amici o parenti.

Questa possibilità, però, non sarà consentita nelle zone rosse. Tuttavia, nelle giornate del 3,4 e 5 aprile sarà possibile uno spostamento verso una sola abitazione privata.

NUOVO CRITERIO PER L’INGRESSO IN ZONA ROSSA – Il decreto legge, inoltre, introduce una nuova misura più restrittiva per l’ingresso in zona rossa. Durante l’incontro tra governo, Regioni, Anci e Upi è stato confermato il nuovo criterio che verrà applicato alle regioni: ovvero ingresso in zona rossa a partire da 250 casi ogni 100 mila abitanti. Le zone arancioni inoltre avranno la possibilità di istituire al loro interno delle mini zone rosse.