Coronavirus: troppi contagi a Laurino, il lockdown è stato prorogato

0
OMS sul COVID, Improbabile la fuga, Giulio Tarro ottimista, OMS sulla pandemia, Micro zone rosse, Coronavirus del raffreddore, Contagi sottostimati, Variante inglese e sudafricana, Variante, Variante COVID, Calo curva dei contagiDurata lockdown, Insensata la lotta, Mini focolaio a Miano, Iss, Record di infetti, Folla al Cotugno, Aumento contagi
Coronavirus, Fonte Pixabay, autore Mattthewafflecat

A Laurino, in provincia di Salerno, ci sono ancora troppi casi Covid. L’alto numero di contagi, infatti, ha portato il sindaco a prorogare, tramite un’ordinanza, la chiusura del paese per un ulteriore settimana. La fine del lockdown, dunque non è vicina per il paese campano.

LA PROROGA DEL LOCKDOWN A LAURINO – Nel paese, dunque, le misure restrittive per evitare il contagio da Covid-19 sono ancora in atto e sono particolarmente restrittive. Il tutto però, nonostante la Campania si attualmente in zona gialla.

Il lockdown è in atto da fine maggio, in seguito ad un focolaio nato in chiesa. Il ritorno alla normalità, per Laurino, è ancora lontano e non si possono svolgere le normali attività che vengono fatte in tutto il resto della Campania.

Dunque i parrucchieri, i centri estetici e le palestre sono ancora chiusi. I bar funzionano solo con l’asporto e non è possibile posizionare tavolini e sedie. Stop per qualsiasi tipo di attività sportiva, anche all’aperto. Il coprifuoco è stato rimesso a partire dalle 23 fino alle 5 del mattino.

La chiesa che ha provocato la diffusione del contagio al momento resta chiusa per la sanificazione. I contagi, che sono partiti dal comune di Piaggine, si sono diffusi molto velocemente. Sono 5 le persone che attualmente sono ricoverate in ospedale, due di loro sono religiosi. C’è stato anche un decesso, una suora di 93 anni.