Coronavirus: Trump taglia i fondi all’OMS per “Cattiva gestione e insabbiamento”

0
Donald Trump (foto dal profilo flickr Gage Skidmore)

Non è più un segreto per nessuno, è un brutto periodo per l’America. Gli Stati Uniti in particolare, i quali contano tra i numeri più alti di contagio a livello mondiale. Il presidente decide quindi di trovare un colpevole, l’OMS.

“DISINFORMAZIONE DELLA CINA” – Dopo aver sminuito a lungo il pericolo comportato dal COVID-19, Donald Trump prende la decisione di scrollarsi di dosso ogni responsabilità. La colpa secondo lui va attribuita all’Organizzazione Mondiale della Sanità, la quale avrebbe deliberatamente portato avanti la disinformazione della Cina.

«Non siamo stati trattati in modo giusto». Questo dichiara per giustificare la sua radicale scelta, sospendere i finanziamenti versati all’ente sanitario. Questo mentre «verrà condotta una revisione per valutare il ruolo dell’Oms e la grave cattiva gestione ed insabbiamento della diffusione del coronavirus».

LE REAZIONI – In molti reagiscono quindi alla notizia con furore. Tra questi, Bill Gates e il ministro degli esteri di Mosca, Sergei Ryabkov. Il primo considera il gesto del presidente americano completamente sconsiderato. «Interrompere il finanziamento all’Oms durante una crisi sanitaria mondiale è pericoloso proprio come sembra. Il loro lavoro sta rallentando la diffusione del Covid-19 e se questo lavoro si interrompe nessun’altra organizzazione potrà rimpiazzarli. Il mondo ha bisogno dell’Oms come non mai».

Il secondo critica ugualmente la decisione di Trump. Ecco cosa dice in merito: «Una manifestazione di un approccio piuttosto egoistico delle autorità americane davanti a ciò che sta accadendo a livello globale a causa della pandemia. Una mossa che è un duro colpo per l’Oms e che merita di essere condannata».