Coronavirus, zone rosse d’Europa: ecco i Paesi da evitare

La seconda ondata spaventa i cittadini: ecco i focolai europei.

0
Europa, fonte Di Xander - Image:Europe ISO 3166-1.svg, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3510447
Europa, fonte Di Xander - Image:Europe ISO 3166-1.svg, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3510447

L’Europa, come previsto da virologi e scienziati, sta attraversando la seconda ondata del virus, più silenziosa a causa del grande numero di asintomatici e sintomatici lievi. Tuttavia, non è assolutamente da sottovalutare, per questo motivo i governi europei stanno attuando nuove forme restrittive per contenere e prevenire i contagi. Dalla riapertura dei confini d’Europa c’è stata una crescita ulteriore di casi, nonostante i pareri esperti abbiano ammesso la mutazione del virus. Se durante la prima ondata, l’Italia era prima in classifica per numero di contagi in Europa, seguita dalla Spagna, ora le cose sono cambiate. Ecco i Paesi da “evitare” in caso di spostamenti.

ZONE ROSSE D’EUROPA – In questa seconda ondata del virus, Francia e Spagna si contendono il primo posto per numero di contagi, seguiti dal Regno Unito. L’Italia, per ora, sta contenendo al massimo i nuovi casi, aggirandosi intorno ai 1.500 al giorno. Altre zone d’Europa sono diventate vere e proprie zone rosse, toccando picchi di 7 mila contagi al giorno.

METÀ DELLA FRANCIA ZONA ROSSA – Come vi abbiamo anticipato, la Francia guida la classifica in Europa per numero di contagi. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 10 mila casi. Oltre la metà dei Dipartimenti francesi è ormai dichiarato in “zona rossa” per allerta Coronavirus ma gli esperti assicurano che l’indice di mortalità si è notevolmente abbassato. Proprio a causa dell’alto numero di contagi nel territorio francese, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza in cui si specifica l’obbligo di tampone per tutti coloro che arrivano dalla Francia.

SPAGNA NUOVO LOCKDOWN – La Spagna si contende il primato con la Francia registrando anch’essa 10 mila contagi nelle ultime 24 ore con 241 morti. Circa 858 mila abitanti della regione di Madrid per i prossimi 14 giorni saranno nuovamente sottoposti alla quarantena e si potrà uscire solo per motivi di lavoro, scuola e salute.

REGNO UNITO: OTTAVO PAESE AL MONDO – Il Regno Unito è l’ottavo Paese al mondo per numero di contagi a causa delle poche restrizioni attuate. Sta facendo molto discutere l’ultima dichiarazione del premier Boris Johnson: “Noi abbiamo più casi dell’Italia perché amiamo la libertà”. Nonostante queste libertà, il premier è pronto a chiudere già da oggi pub e ristoranti. Solo nelle ultime 24 ore, il Regno Unito ha registrato oltre 4 mila nuovi contagi.