Corriere dello Sport, torna a parlare Galeazzi sulla sua salute e sul suo erede

0
Galeazzi
Susanna e Giampiero galeazzi con la piccola Greta. Foto account ufficiale Instagram Susanna Galeazzi

Da molto tempo manca sugli schermi delle nostre televisioni il noto giornalista Giampiero Galeazzi. Il “Bisteccone”, così soprannominato da Gilberto Evangelisti, ha compiuto 75 anni lo scorso 18 maggio. Oltre all’età avanzata, si aggiungono anche alcuni problemi di salute, come una grave forma di diabete che hanno condizionato la sua assenza in questi anni nella tv italiana.

La carriera e la vita di Galeazzi è ricca di sfaccettature: laureato inizialmente in economia, iniziò a lavorare con la Fiat, e allo stesso tempo era un professionista di canottaggio. Il noto giornalista romano vinse anche un campionato italiano e partecipò alle selezioni delle olimpiadi nell’82. Durante la sua carriera sportiva, fu anche assunto dalla Rai, e da lì cominciò la sua ascesa nel mondo della televisione e della radio.

Di recente, il noto giornalista romano, è ritornato in prima pagina sul “Corriere dello Sport”, dove ha rilasciato una lunga intervista. Egli ha toccato diversi punti, tra cui chi potrebbe essere il suo erede in televisione: “Mah, dicono tutti questo Pardo. È intelligente, bravo, ma fa troppe cose, lo vedo ovunque, così si perde… Sentiamoci domani, respiro male.”

L’ex canottiere italiano ha poi continuato, raccontando sul suo stato attuale di salute: “Come va la gamba? Sto cercando di recuperare dopo l’operazione a Bologna di cinque anni fa. La protesi al ginocchio ha portato a mille tutte le mie problematiche, la pressione sanguigna alta, la glicemia alta, il diabete, l’aritmia cardiaca”.

Galeazzi ha concluso: ” “Il ginocchio è la mia croce, me lo so’ rotto a 25 anni. Me l’aveva detto Greco, il mitico massaggiatore del Coni: “Non te fa’ tocca mai…sfiammi, fai ginnastica, creme, massaggi. Tornassi indietro? Non mi opererei di certo. Non mi fossi operato, oggi sarei salvo, pigliavo il bastone e chi se ne frega…”. M’ha dato più problemi che vantaggi questa protesi. E poi, ho fatto troppo sport. Migliorato di peso? Un po’ so sceso. Oggi sto sui 150 chili. Questo non m’aiuta”. Ha concluso l’ex cronista storico della Rai.”