Il Corvo: Jason Momoa e Corin Hardy non prenderanno più parte al remake

0
Jason Momoa (foto da Wikimedia Commons)

Continua a colpire la maledizione che sembra ormai perseguitare la realizzazione dell’atteso remake de Il Corvo, pellicola cult del 1994 con il compianto Brandon Lee, la cui morte avvenuta sul set in circostanze mai del tutto chiarite ha contribuito a rendere il film una vera leggenda.

E’ di queste ore, infatti, l’annuncio dell’abbandono del progetto da parte del regista Corin Hardy e del protagonista Jason Momoa a causa di alcune divergenze con i produttori, divergenze che a quanto pare non coinvolgono solo il piano creativo ma anche quello economico.

La Sony Pictures , che avrebbe dovuto occuparsi della distribuzione della pellicola a partire dall’11 ottobre 2019, ha annunciato anch’essa di non essere più coinvolta nel progetto.

Il film del 1994 rivoluzionò il mondo del cinema: la morte di Lee sul set causata da una pistola di scena caricata con proiettili veri rese necessario il completamento delle riprese attraverso l’utilizzo degli effetti speciali e l’inserimento di spezzoni del film già girati. L’effetto finale fu decisamente realistico.

Negli anni a seguire, Il Corvo ha avuto due sequel di bassa qualità che sono stati stroncati dalla critica e che hanno portato a vociferare più volte della possibilità di un reboot della prima pellicola. Tra gli attori presi in considerazione nel corso degli anni, prima di Momoa, nomi come Luke Evanes o Bradley Cooper.

La trama, come è noto, ruota attorno a un musicista metal che vive in un quartiere degradato con la donna che ama. Una sera, degli assassini fanno irruzione in casa uccidendo lui e riducendo in fin di vita lei, che morirà poi in ospedale. Dopo un anno, il musicista risorge grazie al potere di un corvo che vuole fargli compiere la propria vendetta. Con il volto truccato con lo stile tipico della band dei Kiss, il protagonista si vendica uccidendo gli assassini uno ad uno.

Al momento non è dato sapere se il progetto di un remake andrà avanti coinvolgendo nuovi artisti o se si arenerà definitivamente.