Cos’è il rendimento postale oro

0

Mai sentito parlare del rendimento postale oro? Eppure è uno dei due rendimenti più fruttiferi dei libretti di risparmio postale ed è anche uno dei più famosi.

Il suo costo di gestione è pari a zero, il che lo rende molto conveniente anche se alla fine dei conti il tasso d’interesse è tra i più bassi in assoluto.

Per compensare a questa debolezza del libretto di risparmio è possibile aprirne più di uno. Il libretto postale rendimento oro è diverso rispetto al libretto postale a rendimento giallo. Le due topologie si differenziano semplicemente per via della quantità dei soldi sul libretto: su quello oro ci dev’essere il 35% di soldi in più rispetto al deposito giallo.

Si parte sempre dal libretto postale a rendimento giallo, per passare alla tipologia oro se dopo il primo anno si passa a una giacenza media (calcolata al netto rispetto agli interessi realizzati dopo il primo anno di deposito). Se sul libretto l’ammontare della giacenza del secondo anno è superiore del 35% rispetto al deposito del primo anno (interessi esclusi), si ha un bonus dello 0,50% d’interessi per il secondo anno.

Le condizioni e le modificazioni

Nel corso del tempo al libretto postale soggetto al rendimento oro sono state applicate notevoli modifiche. Basti pensare che nel 2010 anche aggiungendo un euro alla somma di base del primo anno di deposito si passava al rendimento oro nell’anno subito tipo.

L’obiettivo di coloro che aprono questo tipo di libretto è quello di mantenere il rendimento di tipo oro per più tempo possibili, in modo da godere per diversi mesi del bonus dello 0,5% agli interessi. Per riuscirci esistono diversi metodi studiati e suggeriti dagli esperti.

Metodi per avere il conto oro

Per esempio è possibile aprire 2 libretti di risparmio anziché uno solo, visto che sono gratuiti. Con due libretti di risparmio si suddividono i soldi in due parti e per il primo anno si tengono i due libretti separati. Non appena passa un anno di deposito si trasferisce il denaro da un libretto all’altro, facendolo passare da giallo a oro per il secondo anno.

L’anno dopo (il terzo) bisogna aumentare il deposito di altri 35%: si trasferisce il denaro dal deposito del secondo anno a un libretto di risparmio completamente nuovo, aggiungendo al deposito di base altri soldi (pari al 35% del deposito iniziale). In questo modo si potrà avere subito il libretto oro per via dell’aumento del capitale di oltre 35%.

Difatti, se il conto nuovo era completamente vuoto o con pochi soldi, farlo durare un anno per aggiungerci in seguito una bella somma di denaro è un ottimo modo per avere un altro conto oro a disposizione. Lo stesso anno, il terzo, si crea un altro conto nuovo e vuoto con pochi soldi, in modo da avere pronto per l’anno dopo il libretto di risparmio successivo.

Così si continua anno dopo anno, aprendo i libretti di risparmio parzialmente vuoti in modo da assicurarsi la categoria oro l’anno dopo. In tutto questo bisogna ricordarsi di chiudere i libretti di risparmio inutili, altrimenti si rischia di accumularne così tanti da non riuscire poi a gestirli.

Oltre a questo metodo utile per avere sempre un libretto di risparmio con il rendimento oro a portata di mano ce ne sono anche altri. Alcuni sono più complicati, adatti alle persone con una certa esperienza alle spalle. Altri metodi sono più semplici: ognuno potrebbe scegliere quello che meglio si addice alla sua situazione.

Quali sono i tassi d’interesse dei libretti di risparmio postale?

Il libretto di risparmio con il rendimento giallo offre un tasso d’interesse pari allo 0,50% lordo, mentre il rendimento di tipo oro ha già un tasso d’interesse dell’1,00% sul deposito al netto. Oltre al bonus del passaggio da giallo a oro è possibile aumentare ulteriormente il tasso d’interesse intestando il libretto ai minori di 18 anni di età.

Inoltre vige il tasso d’interesse del 0,50% al lordo annuo su tutti i libretti destinati al portatore, nonché lo stesso interesse al lordo annuo sui vari depositi giudiziari. Ovviamente si consiglia d’investire quei risparmi che non si potranno utilizzare per il periodo di tempo annuale. Inoltre bisogna essere disposti a lasciare quei risparmi sul libretto per raggiungere il rendimento oro.

Meglio investire in prodotti in grado di garantire un migliore tasso d’interesse sui maggiori prodotti finanziari postali. Per capire quali sono i migliori prodotti finanziari su cui investire si consiglia di leggere le guide sul web e mettere a confronto i vari tassi d’interesse con la possibilità di guadagnarci su.