Covid-19, Tiberio Timperi piange l’amico: “E’ morto per il coronavirus”

0
Timperi
Tiberio Timperi. Fonte WIkipedia

Momento di grande commozione per il celebre conduttore TV, Tiberio Timperi che durante il programma “Uno mattina in famiglia” è scoppiato a piangere ricordando l’amico che non ce l’ha fatta. Il coronavirus, dunque, irrompe anche tra le maestranze RAI, colpendo il dirigente Umberto Forcella, spentosi proprio a causa del Covid-19. Il suo ricordo ha gettato l’intero studio nella tristezza e nella nostalgia, ricordando l’uomo in diretta sulla rete ammiraglia del servizio pubblico.

Ho perduto un amico che ha collaborato in questa azienda“esordisce così Timperi che poi spiega, “è morto per coronavirus. Ha fatto grande questa azienda, ha contribuito a fare grande questa azienda, Umberto Forcella, un dirigente Rai“. La notizia ha scosso l’intero cast e tutti i tecnici e i direttori di scena, uniti in un unico afflato d’amicizia per una delle vittime della pandemia.

La Rai è una grande famiglia, il nostro programma appunto si chiama così” ha continuato il conduttore. Dopo attimi di profonda commozione arriva poi il commento sul momento difficile che l’Italia sta affrontando da più di un mese. Timperi conclude quindi il suo intervento lanciando un invito ai telespettatori: “È una battaglia, dobbiamo restare a casa e continuare a lottare“.