Covid, Campania verso la zona gialla: cosa si potrà fare e cosa no dal 21 dicembre

0
Stato di emergenza fino al 30 aprile, Restrizioni natalizie, Dpcm del 3 dicembre, Lockdown anticipato, Nuove restrizioni, Semi - lockdown, Nuovo Dpcm, Nuovo dcpm, Bonus in busta paga, Reddito di emergenza, 4 maggio, Riaperture anticipate
Giuseppe Conte, Fonte Flickr

La Campania è stata senza dubbio uno delle Regioni maggiormente colpite dalla seconda ondata di Coronavirus. Durante la prima, infatti, la Regione è riuscita ad avere un numero di contagi davvero invidiabile.

Dopo settimane di restrizioni con la zona rossa ed arancione, ora la Campania diventa zona gialla. Si tratta, tuttavia, di una decisione che ci sarà solo sulla carta dal momento che, con il prossimo DPCM, ci saranno importanti restrizioni dal 24 dicembre fino ai primi giorni di gennaio.

Il passaggio in zona gialla determina molti cambiamenti, soprattutto negli spostamenti. In zona gialla, infatti, sarà possibile non solo spostarsi nella propria regione, ma anche in altre regioni della stessa colorazione. Inoltre, ci sarà una riapertura di bar e ristoranti fino alle ore 18.

Queste le differenze più sostanziali. Per tutte le altre novità con il possibile passaggio in zona gialla, è possibile consultare le FAQ diramate da parte del Governo. Resterebbero comunque chiuse le palestre, le piscine, i centri commerciali nei weekend così come il coprifuoco alle ore 22 alle 5.

Per la Campania e le altre regioni premiate, questa sarà una piccola beffa dal momento che la zona gialla durerà solo 4 giorni, dal 20 al 23 dicembre. Guardando con una visione ottimista, però, ciò consentirà un ulteriore riduzione dei contagi.