Covid, De Luca contro l’ultimo DPCM: “Campania rischia chiusura totale a Natale. Faccio un invito ai Sindaci”

0
Fonte: Ansa

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stato fin dal primo momento contrario alle misure adottate da parte del Governo italiano con l’ultimo DPCM che va a dividere l’Italia secondo quattro livelli di rischio: verde, giallo, arancione e rossa.

De Luca ha scritto sulle sue pagine social il suo pensiero, ribadendo la necessità di adottare misure nazionali:Le decisioni del Governo sulla divisione in zone epidemiologiche dell’Italia hanno creato problemi del tutto prevedibili. Rimango convinto della necessità di misure nazionali unitarie, anche più rigorose, per una azione più efficace di contrasto al Covid, a fronte di una diffusione sostanzialmente omogenea del contagio“.

Per quello che ci riguarda, sarebbe fuori luogo ogni atteggiamento di autoconsolazione e di rilassamento. La situazione è pesante. E si rischia ora un paradosso: che chi è in zona rossa o arancione fra un mese riapre tutte le attività, avendo frenato il contagio; e chi oggi chiude gli occhi, dovrà bloccare tutto nel periodo natalizio. Deve essere chiaro che da oggi in poi saranno decisivi i comportamenti dei concittadini“.

De Luca ha quindi lanciato un’allerta ai cittadini della Campania. Essendo attualmente in zona gialla, si rischia la chiusura totale per il periodo natalizio dato che l’unico modo per contrastare questo virus, al momento, è il distanziamento.

Infine, De Luca lancia un invito ai sindaci della Campania: “Invito i Sindaci a predisporre da oggi la chiusura dei lungomari e di parte dei centri storici nei fine settimana. Non possiamo tollerare che ci siano, in questa situazione, migliaia di persone che vanno a passeggio come se niente fosse. Invito a predisporre attività di controllo e di sanzione per chi ancora oggi, gira senza mascherina“.