Covid in Italia, scatta “L’operazione Natale sicuro”: vaccini per i bimbi, terza dose e nuovo green pass

Terza dose per gli under 60, vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni, proroga dello stato d'emergenza fino a giugno (con relativo green pass) e sistema dei colori. Questi i temi di riflessione del governo per un Natale sicuro.

0
Prima bozza riapertura, Draghi sulla riapertura, Comuni in zona rossa, Possibile zona gialla rafforzata, Nuovo Decreto Sostegni, Bonus di 4200 euro, Draghi in visita, Nuovo Dpcm in vigore, Ulteriori restrizioni, Pasque e Pasquetta, Spostamenti tra regioni, Formazione nuovo Governo
Mario Draghi, Fonte Wikimedia Commons

A poche settimane dal Natale il Governo pensa a delle misure in grado di contrastare la possibile nuova risalita di casi di contagio da Coronavirus e vacanze serene a chi soltanto un anno fa doveva fare i conti con un tristissimo lockdown. In cima ai pensieri del premier Draghi c’è il definitivo rilancio dell’economia italiana sfruttando il periodo di feste che ogni anno frutta centinaia di milioni euro di pil.

La prima “missione” è quella di allargare la platea dei vaccinati soprattutto a quelle fasce in cui è risultato più difficile raggiungere l’obiettivo del 90 per cento di copertura. Il riferimento è alla popolazione tra i 45 e i 55 anni, risultata più coriacea e refrattaria ai vari inviti a vaccinarsi.

Il Governo, dopo aver disposto la terza dose per gli over 80, cercherà contestualmente di ottenere la fiducia anche degli under 60 ed estendere quindi la terza inoculazione entro le prossime settimane. A tal proposito il sottosegretario Costa avrebbe dichiarato: “E’ ragionevole pensare che entro fino anno ci possa essere l’estensione della terza dose del vaccino anti-Covid ai 50enni“.

Ulteriore intensificazione alla lotta contro il Coronavirus la darà il possibile via libera dell’EMA alla vaccinazione per i bambini tra i 5 e gli 11 anni, già autorizzata negli USA ma ancora al vaglio della nostra commissione scientifica qui in Europa. Il generale Figliuolo, in una circolare denominata “Indicazioni sulla prosecuzione della campagna vaccinale” spiega: “Le evidenze scientifiche sull’andamento dei contagi in funzione del tempo intercorso dalla vaccinazione/guarigione, il probabile futuro allargamento dell’offerta vaccinale alla platea 5-11 anni e, soprattutto, l’incremento dei casi positivi in concomitanza dell’inizio della stagione delle grandi malattie respiratorie suggeriscono l’opportunità di calendarizzare la somministrazione delle terze dosi rispettando senza indugio le tempistiche indicate dalle autorità sanitarie, ovvero a partire dal 181esimo giorno dal completamento del ciclo vaccinale primario”. 

Nuove indicazioni anche per il temutissimo Green Pass. Lo stato d’emergenza si concluderà come da forma a fine anno dopo due anni di proroghe. Questo potrebbe mettere fuori gioco il certificato verde che per mantenere il proprio valore potrebbe indurre il Governo ad una ulteriore proroga fino a giugno 2021. Intanto però potrebbe tornare ad affacciarsi il sistema dei colori per identificare le aree a maggiore incidenza del Covid che per il Ministro Speranza ha funzionato perfettamente durante le ondate precedenti. Anzi pare che alcune regioni come la Calabria, il Friuli e le Marche potrebbero già dai prossimi giorni veder virare al giallo, se non proprio al rosso, il colore del proprio territorio.