Covid, ipotesi mini-lockdown: tutta Italia rischia la zona arancione?

0
covid
Drive through per il test da Covid-19. Fonte Wikimedia Commons

È passato ormai un anno da quando il Coronavirus è entrato nelle case della popolazione italiana e dal quel momento non è più andato via. L’unica strada per contrastare la pandemia, in attesa della somministrazione del vaccino, è mettere vincoli alla libertà personale.

Nelle ultime settimane i maggiori esperti hanno invocato un nuovo lockdown per evitare una terza ondata che rischia di portare l’Italia in un nuovo incubo a causa della variante inglese.

Per questo motivo il prossimo DPCM in vigore dal 5 marzo potrebbe prevedere nuove restrizioni basandosi sulle misure attualmente in vigore.

L’idea, infatti, è quello di prevedere un lockdown leggero in attesa del periodo estivo e portare tutta Italia in zona arancione.

Il mini-lockdown potrebbe arrivare anche prima del nuovo decreto nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare (forse dal 25 febbraio, ndr). Spetterà all’esecutivo di Mario Draghi prendere una decisione ed eventualmente procedere ad una nuova chiusura, quasi totale, dell’Italia.