Cremonini: “Dopo il tour, due anni di pausa”

0

Cesare Cremonini ha concluso una doppietta di concerti presso il Forum di Assago (Milano) che si sono tenuti il 13 e 14 novembre, tutti e due sold-out. A fine concerto il cantante ex-Lunapop ha rilasciato un’ intervista nella quale ha svelato i suoi piani per il futuro. Infatti quando si chiuderà il tour attuale, il prossimo 24 novembre a Verona, si prenderà una pausa abbastanza lunga.

Infatti, ha espresso la volontà di prendersi uno stop piuttosto prolungato, per concentrarsi sulla sua nuova musica. Per cui niente concerti per un bel po’:

“Mi fermo. Voglio che il prossimo disco sia il più bello della mia vita. Non mi fermo veramente, ma mi metto a scrivere e quindi a lavorare. Mi riposerò un po’, ma l’obiettivo è quello di fermarmi per davvero per un paio di anni per concentrami nella scrittura di un album che io voglio che sia il migliore. Ora il mio avversario vero sarò io”.

 Questo nuovo progetto sarà tanto ambizioso ed importante per lui ma, per ora,  non c’è ancora nulla di definito. Ha confidato di non avere ancora chiaro cosa sarà e soprattutto non ha alcun idea precisa:

“Scoprirò delle cose. Sono un artigiano e lavoro la materia prima con la stessa cura, con coerenza. E se scopro una tecnica nuova la aggiungo ma senza la voglia di cavalcare una moda. Anche per gli altri dischi ho fatto così. Quando mi dicevano ti sei rinnovato, in realtà non mi rinnovavo ma stavo scoprendo delle cose senza nessuna premeditazione, ad esempio mischiare l’elettronica alla melodia”.

Cremonini, in occasione del secondo dei due concerti ad Assago, ha deciso di andare lo stesso in scena nonostante seguisse alla strage di Parigi. Durante lo spettacolo, ha ricordato e omaggiato le vittime con luci blu, bianche e rosse con il la Tour Effeil.

cremonini