Cresce l’attesa per il nuovo film di Clint Eastwood: “Ore 15:17 – Attacco al Treno”

0
In foto troviamo Spencer Stone e Alek Skarlatos, due dei tre americani che sventarono l'attentato del 21 agosto 2015. (Fonte immagine. commons.wikimedia.org)

Dal film “Assassinio sull’Orient Express” alla pellicola “Ore 15:17 – Attacco al treno” lo scenario resta lo stesso. O che si tratti di uno dei più antichi o uno ad alta velocità, ci ritroviamo sempre su un treno. Solo che, mentre a minacciare i passeggeri nel primo film è un assassino, nel secondo è un estremista islamico.

Trama

La sera del 21 agosto 2015, otto mesi dopo l’attacco al Charlie Hebdo, i media europei trasmettono le prime notizie in merito ad un nuovo attentato terroristico. Sul treno Thalys n.9364, diretto a Parigi da Amsterdam, un attentatore munito di kalashnikov sembra pronto a commettere una strage. Cinquecento i passeggeri minacciati; cinquecento i passeggeri salvati grazie all’intervento di tre americani presenti tra essi.

Si trattava dei giovani Anthony Sadler, Alek Skarlatos (membro della Guardia Nazionale dell’Oregon) e Spencer Stone (membro dell’Air Force statunitense). Tre amici americani appartenenti alle forze armate che per una serie di eventi casuali si trovano coinvolti in un attentato terroristico. E proprio grazie al loro intervento eroico, la pellicola non mette in scena una strage, ma un racconto a lieto fine.

Un’impresa così rilevante non poteva passare inosservata. Non sorprendiamoci, dunque, se Clint Eastwood ha pensato bene di ricavarne un film biografico. La pellicola, “Ore 15:17 – Attacco al treno” arriverà in Italia l’8 febbraio 2018, mentre negli USA sarà trasmessa il giorno seguente.

Tante le particolarità del film. Una delle prime che vale la pena ricordare riguarda i protagonisti. I tre giovani americani -Alek, Anthony e Spencer-, infatti, saranno rappresentati da loro stessi. Cimentati in ambito cinematografico i tre saranno capaci di rendere al meglio le emozioni di quell’evento?

Ciò che è certo, è che il regista Clint Eastwood non ci deluderà neanche questa volta. Dopo “American Sniper” (2014) e “Sully” (2016), anche in “Ore 15:17 – Attacco al treno” (2018) sarà espressa tutta la sua vena patriottica e la sua totale devozione verso le forze armate americane.

Seppur filtrati dalla lente del regista, dunque, i fatti rappresentati corrisponderanno sempre ad una storia vera. Per gli appassionati del genere d’azione, dunque, non resta altro da fare che attendere l’arrivo del film al grande schermo!