Cutrone all’ultimo respiro e la Roma cade a Milano. Monchi sonda il terreno per Marchisio

0
Logo As Roma, fonte Pixabay
Logo As Roma, fonte Pixabay

La Roma esce con le ossa rotte da San Siro e dopo tre giornate si ritrova a soli 4 punti in classifica, ma preoccupare di più è la scarsa condizione fisica della squadra e la totale mancanza di gioco.

I giallorossi sono scesi in campo con un 3-4-1-2 che ha dato maggior copertura in difesa ma ha creato praticamente zero in attacco. Di Francesco all’intervallo, con il Milan in vantaggio 1-0 grazie alla rete di Kessie, ha deciso di cambiare modulo e tornare al 4-2-3-1 sostituendo Marcano con El Shaarawy. Qualcosina nel secondo tempo è cambiata e la Roma grazie a Fazio era riuscita pure a trovare il pareggio, ma a pochi secondi dal termine Cutrone su assist di Higuain ha gelato i romanisti.

Una sconfitta che preoccupa l’ambiente per le modalità con la quale è avvenuta, la squadra ha mostrato tantissima difficoltà nel costruire gioco e totale mancanza di idee, con giocatori come Pastore, Schick e Dzeko che non sono mai entrati in partita. I problemi maggiori li ha manifestati il centrocampo, De Rossi e N’Zonzi sono due registi e manca un giocatore in grado di dare densità in mezzo al campo e recuperare palloni, caratteristiche che solo Strootman e Nainggolan avevano in rosa.

Monchi lo ha capito e stando a quanto riportato da La Repubblica avrebbe effettuato un sondaggio con il manager-papà di Claudio Marchisio, che si è svincolato dalla Juventus il 17 agosto. Dopo 25 anni a Torino, il Principino preferirebbe provare un’esperienza all’estero ma non disdegnerebbe anche la possibilità di restare in Italia per riscattarsi dopo un annata molto difficile.