Dakota Johnson: “…Sono dovuta andare in terapia”

0
dakota-johnson
Dakota Johnson. Fonte Screen youtube

L’attrice internazionale, Dakota Johnson, intervistata da Elle, ha menzionato le difficoltà durante la sua carriera. L’attrice celebre, soprattutto grazie a Cinquanta Sfumature, parla della tensione accumulata su quel set.

La saga con le sue scene erotiche l’avrebbe messa a dura prova. Dakota Johnson, figura nel film remake Suspiria, e ha spiegato come è crollata.

“Girare questo film mi ha incasinata così tanto che sono dovuta andare in terapia. Stavamo in un albergo abbandonato, in cima a una montagna. Sul tetto, c’erano trenta ripetitori per telefono e l’edificio era pervaso dall’elettricità. Ci si dava la scossa a vicenda non appena capitava di sfiorarsi, faceva un freddo cane e il clima era secco.”

La terapia, però, mi ha insegnato a creare da me i progetti che amo. Sono grata di ricoprire una posizione tale da poter fare tutto questo.”

Il nuovo film, Suspiria, racconta di una ballerina costretta suo malgrado a fare i conti con il lato sinistro della propria accademia. La Johnson ha ereditato il ruolo che fu una volta di Jessica Harper.

Dakota ha ammesso che la sua ispirazione non deriva da nessuno, se non da sua madre Melanie Griffith e dalla nonna Tippi Hedren. L’attrice ha definito loro i suoi modelli di riferimento. La tensione accumulatasi durante le riprese della saga che l’ha resa celebre, si è manifestata durante le riprese di Suspiria. Il film dove Luca Guadagnino è il regista.

Il remake è stato appellato come inutile dalla figlia di Dario Argento, l’originale regista del primo film. Guadagnino, però ha dichiarato che la sua storia sarà diversa da quella raccontata dal suo precedessore. “Ho un forte interesse per la letteratura e per il cinema tedesco. Dunque penso che il mio Suspiria dovrà concentrarsi su quel momento storico.”

Nel cast ci saranno anche: Tilda Swinton e Chloe Grace Moretz.