Dal 3 giugno cadono i confini regionali: mascherine ancora obbligatorie anche all’aperto

0
Foto Pixabay

Dal prossimo tre giugno cadranno i confini regionali che finora avevano centellinato gli spostamenti degli italiani contigentandoli esclusivamente per cause lavorative o di emergenza. Da domani potremo tornare a muoverci con relativa libertà attraverso l’Italia che tenta di ripartire dopo il lockdown che l’ha imprigionata negli scorsi tre  mesi. Una prova del nove per amministratori e sistema sanitario che saranno messi a dura prova dai nuovi flussi della mobilità nazionale.

Nonostante la fine dell’isolamento entro i confini regionali rimane comunque alta la guardia contro il contagio e in molte zone del territorio rimangono in vigore le misure di distanziamento sociale e sull’uso di mascherine e guanti. Una sorta di ultima roccaforte per evitare una seconda ondata di contagi che potrebbe dimostrarsi ben peggiore della prima.

Mascherina sì o mascherina no? Come capirlo?

Come capire quando continuare a d usare la mascherina e quando invece è possibile rimuoverla? Anche in questo caso la legislazione va affidata ai governi delle singole regioni che, caso per caso, hanno decretato in virtù della propria autonomia. In Veneto, una delle aree più colpite dal contagio rimane l’obbligo di indossare la mascherina all’interno di spazi chiusi non domestici quali negozi, bar e ristoranti. Sarà possibile passeggiare all’aria aperta, invece, senza dover necessariamente coprire naso e bocca.

Situazione ben diversa in Campania e in diverse altre regioni del centro nord. In questi territori rimane l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, senza possibilità di deroghe. In particolar modo in Lombardia l’obbligo di mascherina anche in spazi aperti rimarrà in vigore almeno fino al prossimo 14 giugno. In Piemonte e Trentino si cercherà di attendere le nuove valutazioni della task force istituzionale del prossimo weekend per prendere decisioni in merito. La Liguria invece si spacca tra il suo capoluogo e il resto della regione. A Genova mascherina obbligatoria anche all’aperto. Nel resto del territorio non sarà così.

De Luca conferma l’obbligo di mascherina anche all’aperto

Contributo fitti COVID-19, Screening Sierologico
Vincenzo De Luca, Fonte Wikipedia

In Campania ci ha pensato ancora una volta il Presidente De Luca a fare chiarezza circa le disposizioni in merito al contrasto al contagio. In una nuova diretta Facebook, il fumantino Governatore ha dichiarato che fino al prossimo weekend non ci saranno deroghe a quanto già stabilito. Dalla prossima settimana si spera di poter continuare ad allentare la pressione sui cittadini circa l’uso dei DPI ma per il momento sembra che nulla possa ancora portare in quella direzione.