Dal referendum a Trump, ecco cosa è cambiato da quando Buffon ha preso l’ultimo goal in Champions

0
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292

Donald Trump ancora non era Presidente degli Stati Uniti. O, meglio, aveva vinto le elezioni ma non era ancora stato proclamato l’uomo più potente al mondo. Hollande era ancora Presidente della Repubblica Francese (lo sarà ancora per pochi giorni) e Renzi non aveva ancora perso il referendum del 4 dicembre.

Cosa stiamo elencando? Semplicemente le cose che sono successe da quando Gianluigi Buffon ha subito l’ultimo goal in Champions League, il 22 novembre contro il Siviglia. Il portiere bianconero, infatti, da lì in poi è riuscito a far rimanere inviolata la sua porta per oltre 600 minuti e neppure Messi e compagni sono riusciti a far gol. A proposito, in quel periodo Allegri ancora doveva cambiare modulo e passare al 4-2-4 con (tutti insieme) Pjanic, Cuadrado, Higuain, Dybala e Mandzukic. Sembra un’eternità ma in realtà sono passati soltanto poche settimane.