Dalla Sicilia alla Puglia “per trascorrere il weekend”: fermati dalla Polizia

0

I sempre più drammatici numeri causati dal Coronavirus e raccontati quotidianamente dalla Protezione Civile a quanto pare non servono a risvegliare il senso civico di alcune persone. La scelleratezza umana non ha mai fine ed in questo periodo in cui è richiesta la massima collaborazione di tutti i cittadini, si trovano ancora troppe persone a non rispettare le direttive.

Accade allora che le persone escono di casa senza motivo, fanno sport e si raduno senza considerare l’obbligo tassativo di dover restare a casa per contenere l’ondata di contagi. L’ultimo accaduto in ordine cronologico, a dimostrare che la gravità della situazione non è ancora stata compresa da tutti, ci arriva da Sant’Isidoro, in Puglia, e viene riportato dal giornale online Il Mattino.

Secondo quanto raccontato dal quotidiano, nel comune pugliese dei carabinieri avrebbero fermato tre roulotte contenenti in totale 10 adulti. A lasciare sconcertate le forze armate è stato il motivo del viaggio: “una vacanza per trascorrere il Weekend a Gallipoli“. Lo sconcerto aumenta poi una volta a conoscenza del luogo di partenza dei turisti: la Sicilia.

Un viaggio lungo effettuato in roulotte ed in piena epidemia solo per poter trascorrere un weekend fuori. Un comportamento criminale che purtroppo si sta verificando spesso nella penisola italiana. Le persone dovrebbero lasciare le proprie abitazioni solo in casi di necessità, eppure siamo ancora lontani anni luce dall’assumere l’adeguato modo di comportarsi che questa situazione critica richiede.