Dalla Spagna, pugno duro di Agnelli con 6 giocatori della Juve: ecco cos’è accaduto

Il presidente della Juventus ha chiesto maggiore impegno a parte dello spogliatoio

0
Juventus Stadium, Juve, fonte Flickr
Juventus Stadium, Juve, fonte Flickr

Le sconfitte con Napoli e Verona non sono andate giù al presidente Agnelli, il numero uno della Juventus non è affatto contento del rendimento della squadra di Sarri nonostante il primo posto in classifica, il raggiungimento degli ottavi di Champions e delle semifinali di Coppa Italia. A preoccupare, infatti, non sono solo i recenti risultati ma anche la fragilità difensiva e i malumori dello spogliatoio.

CENA CON SARRI – Per cercare di far rientrare la situazione Agnelli e il direttore sportivo Paratici nei giorni scorsi hanno incontrato a cena Maurizio Sarri. Nel vertice si è parlato del rendimento della squadra, della gestione dello spogliatoio e di mercato, con la società che ha rinnovato la fiducia all’allenatore allentando la pressione.

RETROSCENA – Stando alle voci che giungono dalla Spagna, riportate da AS, Agnelli sarebbe intervenuto in prima persona nello spogliatoio bianconero, usando il pugno duro con 6 giocatori, ai quali avrebbe chiesto maggiore impegno: i nomi in questione sono quelli di Miralem Pjanic, Blaise Matuidi, Federico Bernardeschi, Douglas Costa, Alex Sandro e Gonzalo Higuaín. 

ALLERTA – Il numero uno della Juventus vuole evitare che la mancanza di motivazione pregiudichi la stagione e ha chiesto maggiore applicazione, allertando i giocatori anche in vista dell’estate, quando il mercato potrebbe portar via gli elementi che non hanno convinto.