Daspo al tifoso del Milan che ha insultato un giornalista di CN24

0
Vesuvio, vulcano di Napoli
Fonte: sitodinapoli

Dopo la partita Milan-Napoli, all’esterno dello stadio San Siro di Milano purtroppo c’è stato un evento spiacevole ai danni del giornalista Marco Lombardi di CalcioNapoli24. Mentre l’inviato stava facendo il suo lavoro, intervistando diversi tifosi dopo la partita vinta dal Napoli 2-1 ai danni del Milan, un sostenitore dei rossoneri ha insultato il reporter e non solo.

La redazione di CalcioNapoli24 si è subito attivata per trovare il sedicente tifoso. E ci sono riusciti anche prima della Digos del capoluogo Lombardo che hanno subito ringraziato. L’accento del supporter rossonero non era propriamente nordico ed allora le ricerche sono state focalizzate sui “Club Milan” del centro Italia. Dopo diverse segnalazioni anonime sono riuscite a scoprire la regione e di seguito la provincia dell’aggressore.

“Vive nel mio paese Acquasparta, vicino Terni”, ecco la segnalazione che ha mosso più velocemente la ricerca. I Carabinieri di Acquasparta, poi, hanno confermato l’identità del tifoso rossonero, un uomo classe ’77 che aveva già precedenti. Per una questione di privacy il suo nome non è stato diffuso, pare sia partito da casa e sia andato allo stadio non tanto per tifare la propria squadra del cuore ma per infastidire chi lavora seriamente.

Un umbro che offende Napoli dovrebbe avere punizioni più salate che semplici multe o sanzioni. Alla fine nei confronti del soggetto, che è finito tristemente su tutti i media d’Italia, è stato emesso un durissimo Daspo di 5 anni. Un chiaro segnale per tutti, non bisogna toccare chi lavora seriamente.

L’uomo è stato denunciato per “violenza privata aggravata dalla discriminazione razziale, etnica o religiosa”, compresa la violazione della Legge 401/89 relativa al provvedimento di Daspo. Speriamo che eventi del genere non capitino più e che queste persone capiscano i propri tremendi errori.