De Laurentiis aspetterà ancora ma ha il sì incondizionale di Spalletti

0
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761

Il Napoli si gioca tutto con la Fiorentina: la possibilità di andare in Champions League dipende ancora una volta solo dai suoi risultati a prescindere dalla vittoria della Juventus contro l’Inter. Gattuso e i suoi venderanno cara la pelle e cercheranno di uscire vittoriosi dal Franchi per riportarsi sopra i bianconeri.

Il futuro dell’allenatore del Napoli non è uscito ancora alla luce, ma è ormai certo che Gattuso non proseguirà sulla panchina azzurra. Aurelio De Laurentiis sta prendendo tempo, almeno per comunicare la sua decisione, ma sta anche sondando il terreno delle varie opzioni disponibili.

L’ingresso o meno della squadra in Champions League pesa notevolmente durante le contrattazioni con i vari allenatori a disposizione, per cui le trattative in corso stanno andando un po’ a rilento.

È intervenuto sull’argomento il noto giornalista di Rai Sport Ciro Venerato ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “Prima degli inizi di giugno, De Laurentiis non firmerà il prossimo allenatore. Spalletti ha detto già sì al Napoli e l’ultima parola spetta al presidente con l’allenatore che accetterebbe anche senza Champions”.

Cambiano invece le cose per quanto riguarda Allegri e Simone Inzaghi per i quali il Napoli non è al primo posto delle loro preferenze e sono in contatto anche con altre squadre. Allegri non ha mai accettato nuove panchine dopo la Juventus e il Real Madrid che si separerà da Zidane potrebbe pensare a lui e continuare la tradizione di allenatori italiani al Bernabéu. Inzaghi, invece, sta trattando il rinnovo con la Lazio e difficilmente lascerà la sua squadra. Nonostante la cocente sconfitta nel derby contro la Roma per 2 a 0, i biancocelesti cercheranno di confermare il proprio allenatore e dare continuità al progetto.